menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Linea Sicignano-Lagonegro: gia stanziato 1 milione e 700mila euro, Cascone contro "le polemiche sterili"

Il Consigliere Regionale e Presidente della Quarta Commissione Luca Cascone: “Una volta concluso lo Studio di fattibilità faremo una valutazione collegiale con gli Enti del territorio: prima di spendere centinaia di milioni di euro stimiamo le priorità"

E' stato già stanziato 1 milione e 700mila euro per lo studio di fattibilità della linea ferroviaria Sicignano-Lagonegro. E il Consigliere Regionale e Presidente della Quarta Commissione Luca Cascone precisa il suo punto di vista sull’intervento: “Una volta concluso lo Studio di fattibilità faremo una valutazione collegiale con gli Enti del territorio: prima di spendere centinaia di milioni di euro stimiamo le priorità realmente a beneficio dei cittadini del Vallo di Diano”.

Le critiche del M5S

La nota di Cascone

La Linea ferroviaria Sicignano-Lagonegro è alla nostra attenzione da tempo, ed è ridicolo ricondurla a polemiche sterili e stupide da campagna elettorale. Già nella scorsa Consiliatura – in cui per nota di cronaca ero già Presidente della Commissione Trasporti - la Regione Campania ha trasferito a RFI 1 milione e 700mila euro per lo Studio di fattibilità tecnico economica per la riapertura della Linea ferroviaria Sicignano-Lagonegro ai fini turistici nonché per la realizzazione dei primi interventi funzionali. La Convenzione è stata sottoscritta il 17/2/2020 e attendiamo di conoscere le cifre precise necessarie per l’eventuale attuazione dell’intervento, ma dalle prime stime trasmesse si ipotizza una spesa tra i 200 e i 300 milioni di euro. Nessuna presa in giro da parte della Regione Campania: non è plausibile discutere di un’opera infrastrutturale se non se conosce l’impatto economico e il vantaggio trasportistico.

Premesso ciò, una volta che avremo a disposizione lo studio completo e le cifre reali che andrebbero investite, ci attiveremo per convocare un tavolo con tutti gli Enti del territorio per valutare serenamente e con serietà se valga la pena impegnare tante risorse per questo servizio o se piuttosto non sia più utile impegnare questi fondi per altre priorità della comunità e dei cittadini del Vallo di Diano. La Regione Campania non ha nessuna posizione a priori ma ritiene che tali decisioni, quando impegnano importi così elevati, vadano prese in totale sinergia con gli Enti locali conoscendo tutti costi e ricadute per il territorio.

La polemica sollevata in queste ultime ore quindi non ha ragion d’essere, se non a fare da sprono per un ulteriore monitoraggio sullo stato di avanzamento dello Studio e ad anticipare il dibattito sulla dovuta e necessaria valutazione del rapporto costi/benefici per stabilire se vale la pena spendere cifre così importanti per questo servizio o meglio destinarle a rispondere ad altre esigenze del territorio.  

 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Vendita e Affitto

Bonus affitto 2021: come ottenerlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento