menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Riaprite i mercati non alimentari e i negozi": l'urlo di Pietrofesa (Anva)

Il coordinatore regionale: "Siamo rispettosi per ciò che sta accadendo, per le tante vittime, siamo stati disponibili al sacrificio delle chiusura per questi 15 giorni insieme ai tanti colleghi dei negozi"

Sono trascorsi 15 giorni da quando la Campania è in zona rossa, da due mesi i consumi sono in forte calo,  i mercati aperti per il solo settore alimentare stanno trovando enormi difficoltà con frutta, verdura e ittico invenduti,  gli operatori del settore non alimentari chiusi e con enormi difficoltà economiche.

Lo ha scritto il Coordinatore Regionale dell’ANVA Confesercenti Campania Aniello Ciro Pietrofesa. "Siamo rispettosi per ciò che sta accadendo, per le tante vittime, siamo stati disponibili al sacrificio delle chiusura per questi 15 giorni insieme ai tanti colleghi dei negozi. Doveva essere un lockdown per sconfiggere il Covid-19, per evitare contagi e morti, ma dobbiamo constatare che il sacrificio fatto dagli operatori ambulanti non alimentari e dai negozi è reso vano dai mancati controlli, non per colpa delle forze dell’ordine che in questi anni hanno subito tagli e mancati concorsi, così come la sanità,  e tutto ciò ha prodotto solo altre vittime, i commercianti ad oggi chiusi".

Poi, l'appello al Governatore Vincenzo De Luca

"Lanciamo un forte appello al Presidente della Regione Campania, l’On. Vincenzo De Luca,  a tutti i Parlamentari Campani, ai Sindaci Campani, nel richiedere la riapertura dei mercati e dei negozi a partire dal 4 dicembre, con le dovute misure di prevenzione anti Covid-19 lasciando lavorare, per quel poco che sarà gli operatori.

Non si può andare oltre il 4 dicembre, anche in zona rossa il Governo deve riaprire i mercati settore non alimentari e negozi altrimenti ci sarà una catastrofe commerciale in una Regione dove il commercio ambulante ed il commercio a posto fisso sono la prima fonte di reddito per migliaia di famiglie. La mancata riapertura porterebbe a serie proteste anche da parte della nostra categoria, fino ad una eventuale occupazione delle aree mercatali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento