menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale a Salerno, "la guerra" dei mercatini: l'Aniac chiede l'intervento della Procura e della Finanza

Riflettori puntati sui mercatini natalizi posti sul lungomare e sulle giostre che si dovrebbero montare nel sottopiazza della Concordia: parla Boccia

I mercatini natalizi "negati" dal Comune sul lungomare, ormai, sono diventati un caso. Dopo le perplessità dei cittadini e la scesa in campo di Claai e Confagricoltura, ora anche l'Aniac intende vederci chiaro sulla scelta di Palazzo di Città. Il presidente provinciale Aniac, nonché  presidente Nazionale Pmi Imprese Itali, Flavio Boccia, infatti, parla di "anomalie" segnalate dagli ambulanti storici che da anni hanno montato sul Lungomare i loro stands e che, presentando la domanda per l'installazione delle classiche casette, dopo il protocollo di una domanda successiva da parte della Confesercenti, hanno ricevuto via Pec una comunicazione in merito alla necessità di presentare un piano economico finanziario: il più  basso sarebbe stato autorizzato per far montare le Casette di Natale. "L'unica proposta arrivata è  quella di Aniac i cui prezzi erano di circa il 60% inferiori rispetto agli altri anni. - sbotta Boccia - Il Comune senza comunicare niente ha deliberato la non concessione e quindi Il rigetto delle domande dei due sindacati motivando che il Comune non riesce a vedere e informarsi se Aniac sia un Sindacato Nazionale e riconosce la possibilità agli operatori storici dell'anno scorso di richiedere licenze singole per montare le Casette quest'anno".

L'accusa

"La sorpresa arriva anche su questo, in quanto molti operatori pur avendo pagato profumatamente le casette risulterebbero aver lavorato senza autorizzazione, quindi senza nemmeno aver pagato l'occupazione del suolo pubblico: dopo il danno la beffa. La licenza per montare questo anno non gli può essere rilasciata. Altra grossa anomalia - conclude Boccia-  il rilascio del permesso di montare le giostre sul sottopiazza della Concordia dove sempre ha visto la presentazione di due domande regolarmente protocollate e dove sembra, invece, che il Comune abbia affidato forse l'autorizzazione ad una singola associazione senza bando, senza dare esito sulle motivazione".

L'annuncio

Il Sindacato Nazionale Aniac, come sancito dal Presidente Nazionale Orazio Sorice e dal Presidente Provinciale di Salerno Flavio Boccia, dunque, oltre ad inviare in queste ore una diffida al Comune, denuncerà il tutto alla procura della Repubblica e chiederà l'intervento della Guardia di Finanza, per  verificare le modalità  di gestione delle manifestazioni degli ultimi anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento