menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione di Mariconda Mercatello

La stazione di Mariconda Mercatello

Metropolitana, la Feneal Uil annuncia la protesta contro l'assessore Vetrella

L'assessore regionale sarà in città il 13 gennaio per una conferenza stampa al palazzo della provincia durante la quale parlerà della metropolitana

L'assessore regionale ai trasporti Sergio Vetrella sarà domani a Salerno, precisamente al palazzo della provincia, per una conferenza stampa sulla metropolitana, alla quale prenderanno parte anche il presidente Edmondo Cirielli e l'assessore provinciale ai lavori pubblici Marcello Feola. Troverà tuttavia la protesta dei lavoratori edili della Feneal Uil, che insieme ai vertici sindacali protesteranno per il mancato avvio della messa in esercizio della metropolitana di Salerno.

Lavoratori e sindacalisti saranno davanti palazzo Sant'Agostino, riferiscono i segretari provinciali Feneal Uil Luigi Ciancio e Patrizia Spinelli, "per manifestare lo sdegno per i comportamenti non condivisibili dell'assessore regionale Sergio Vetrella e della giunta regionale che continuano a fare danni alla nostra provincia".

Ciancio e Spinelli aggiungono: "La linea del metrò cittadino è solo il primo lotto di un'opera che dovrebbe arrivare a Pontecagnano con il secondo e poi raggiungere lo scalo aeroportuale Salerno - Costa d'Amalfi con il terzo lotto. Del secondo lotto (27 milioni di Euro) c'é il progetto e c'erano i finanziamenti mentre per il terzo lotto c'era il progetto ma mancavano i fondi (55 milioni di Euro). Il mancato avvio della metropolitana salernitana blocca la prospettiva di avere un servizio moderno, economico, ecologico ed indispensabile per i cittadini della nostra provincia. Di questo si tratta. Nient'altro".

I rappresentanti della Feneal Uil salernitana evidenziano i possibili benefici occupazionali dell'attivazione della metropolitana: "Avviare le opere significa creare posti di lavoro e ricchezza per il territorio e gli edili sono stufi di sentire solo chiacchiere e scuse. Tanti progetti sono facilmente cantierabili, per alcuni ci sono (c'erano) i finanziamenti. Chiediamo alle forze politiche territoriali, cioé agli eletti, di rappresentare la nostra provincia a livello nazionale e regionale, di ascoltarne le esigenze pena il declino definitivo. Far partire le opere può significare ridare una boccata d'ossigeno ad una categoria che potrebbe far ripartire l'economia e che invece perde ogni giorno posti di lavoro ed imprese".

Relativamente ai collegamenti tra Salerno città e Fisciano, sede dell'università, così si esprimono i delegati della Feneal Uil: "A conclusione, segnaliamo all'assessore Vetrella che l'annosa questione del collegamento all'università di Fisciano potrebbe essere risolta aggiungendo poche centinaia di metri di strada ferrata, oppure una funicolare, alla tratta già in funzione, permettendo a migliaia di studenti di non utilizzare auto private che incrementano traffico ed inquinamento ma di usufruire di un servizio ecologico ed economico".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento