Economia

Previsioni occupazionali a Salerno nel 2° trimestre 2014: ecco i dati di Excelsior

Il dato rilevato per la provincia di Salerno appare positivo come quello nazionale ma con un incremento addirittura più marcato

Ben 250.000, i contratti di lavoro che le imprese italiane hanno previsto di attivare nel 2° trimestre del 2014: dopo cinque trimestri, finalmente, una variazione tendenziale di segno positivo, attorno all'8%. Nello stesso periodo, il saldo occupazionale previsto, dato dalla differenza tra entrate e uscite di lavoratori nelle imprese, dovrebbe attestarsi intorno alle 72.000 unità, il doppio di un anno prima. Lo rivelano i dati del “Sistema informativo per l’occupazione e la formazione” Excelsior, realizzato in ogni provincia italiana a partire dal 1997,  dall’Unioncamere, tramite la rete delle Camere di Commercio, in collaborazione con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e con l’Unione europea. Il dato rilevato per la provincia di Salerno appare positivo come quello nazionale, ma con un incremento addirittura più marcato. Infatti, i nuovi contratti di lavoro saranno quasi 4.500,  l'11% in più rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, a fronte di uscite dal mercato del lavoro per 2.090 unità, il 43% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ne deriva che il saldo occupazionale previsto nel II trimestre 2014 farà registrare un inversione di tendenza rispetto ai tre trimestri precedenti e dovrebbe attestarsi intorno ad una valore pari a +2.400 unità. L’indagine si articola in quasi 300.000 interviste dirette o telefoniche all’anno e per tale ragione è considerata come uno degli strumenti informativi più completi per la conoscenza dei fabbisogni professionali e formativi delle imprese.

"A tale risultato contribuiscono con saldi di segno positivo sia il settore dell’industria che quello dei servizi, sebbene con un peso maggiore di quest’ultimo. Questa variazione tendenziale positiva è il risultato di un incremento del 10% delle assunzioni dirette effettuate dalle imprese e di un aumento del 19% dei contratti atipici. In termini assoluti, in questo trimestre i contratti atipici saranno 580 (13%) mentre le assunzioni 3.910 (87% dei contratti totali)", dicono dalla Camera di Commercio. Analizzando più in dettaglio queste ultime, si rileva che le 5 professioni più richieste concentrano il 63% delle assunzioni totali e riguardano i profili tipici del turismo e della ristorazione che presentano problemi di reperimento inferiore alla media di tutti i profili richiesti seppure una precedente esperienza lavorativa nel medesimo settore. Inoltre, l’82% delle 3.910 assunzioni di lavoratori dipendenti previste nella provincia sarà a tempo determinato. Sempre a Salerno, sul versante delle uscite dal mercato del lavoro previste emerge il settore dei servizi con 880 unità, seguito da commercio e turismo (480), industria in senso stretto (420) e costruzioni (310). Il grosso del movimento occupazionale in uscita, analogamente a quello in entrata,  si concentrerà soprattutto nelle imprese con classe dimensionale “1-49 dipendenti”. Per consultare l'analisi completa e le tavole statistiche: Sa.camcom.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Previsioni occupazionali a Salerno nel 2° trimestre 2014: ecco i dati di Excelsior

SalernoToday è in caricamento