Open Fiber: l’evoluzione del progetto di Branded Content sulle edizioni del Gruppo Citynews

Il gruppo editorale è al primo posto della classifica comScore con una media di 22,5 milioni di lettori al mese, una produzione di circa 1.300 contenuti di prossimità al giorno, quasi 40 mila al mese di cui 1.700 videonotizie

Simone Parrinello

Open Fiber, il player infrastrutturale fondato nel 2015, con partecipazione paritetica di Enel spa e Cassa Depositi e Prestiti, allo scopo di realizzare, gestire e curare la manutenzione della rete in fibra ottica con tecnologia Fiber to the Home (FTTH), ha da poco concluso la seconda parte del percorso di comunicazione, iniziato nel 2018, che ha coinvolto tutte le edizioni del Gruppo Editoriale Citynews.

Stabilmente al primo posto della classifica comScore con una media di 22,5 milioni di lettori al mese, una produzione di circa 1.300 contenuti di prossimità al giorno, quasi 40 mila al mese di cui 1.700 videonotizie prodotte da 23 videomaker presenti in altrettanti città italiane. Queste cifre esprimono in maniera sintetica ed efficace la dimensione e la pervasività raggiunte da Citynews negli ultimi anni. Aspetti quantitativi ai quali vanno aggiunte le caratteristiche qualitative che garantiscono l’unicità del Gruppo: la presenza fisica, con redazioni, giornalisti, collaboratori e freelance, nelle 48 città che quotidianamente vengono raccontate, l’autorevolezza editoriale che deriva dallo scrupoloso controllo delle fonti e dalla rapida verificabilità dell’informazione da parte di lettori e stakeholders, senza dimenticare la natura e la fruizione esclusivamente digitale che comporta una costante innovazione tecnologica. Queste, in sintesi, le ragioni che hanno spinto la direzione Relazione con i Media e Comunicazione di Open Fiber, in accordo con il Centro Media Mindshare a scegliere Citynews e, nello specifico, il suo Team Iniziative Speciali, guidato da Simone Parrinello. Il progetto, partito nel 2018, nasce da due esigenze primarie di Open Fiber: rafforzare la propria brand awareness in tutta Italia e raccontare ai cittadini le ragioni e gli obiettivi dei lavori realizzati nel corso del tempo sul territorio.

Da questi presupposti nasce il “Viaggio per l’Italia alla scoperta della Banda Ultra Larga”, un progetto in bilico tra educational, informazione ed entertainment, che ha preso forma e si è sviluppato durante tutti i 12 mesi dello scorso anno. “L’obiettivo del progetto, che ha coinvolto l’edizione nazionale di Citynews, Today.it, e tutte le altre 48 testate di prossimità del Gruppo, è stato quello di far conoscere Open Fiber ai lettori e far capire loro le opportunità e i vantaggi che derivano dai lavori avviati nelle città, che vengono spesso percepiti, almeno inizialmente, come fonte di disagi – racconta Parrinello, Responsabile del Team Iniziative Speciali del Gruppo –. Abbiamo così sfruttato la capillarità sul territorio del nostro Gruppo per scovare, insieme al nostro partner, storie di successo di persone reali che, grazie all’avvento della fibra ultra veloce, hanno davvero visto migliorare la qualità della propria vita. Sulla base di queste storie, abbiamo ideato contenuti edutainment, dal tono informativo ma allo stesso tempo leggero, attraverso i quali raccontare le caratteristiche tecniche, i valori, i successi che si celano dietro Open Fiber”. “Il progetto si è concretizzato in una docu-seriecontinua Parrinello – articolata in 4 video-appuntamenti, girati in quattro città topiche, allo scopo di raccontare tutte le potenzialità della Fibra Ultra Larga. Il fine ultimo è stato quello di posizionare il brand nell’immaginario dei nostri lettori. I video di altissima qualità, la cui realizzazione è stata completamente a cura di Citynews, insieme ad uno storytelling dall’imprinting fortemente empatico, ma allo stesso tempo informativo, hanno reso il progetto davvero appetibile e interessante agli occhi degli utenti. Tutte le puntate della docu-serie sono state poi veicolate su Today.it, sulla relativa fanpage Facebook e rilanciate su tutte le edizioni di prossimità del Gruppo”.

La seconda parte del progetto, concluso nelle scorse settimane, ha visto la realizzazione di un Native Article dal titolo Bollino verde, giallo o rosso: e voi che fibra avete?. Una breve guida su come muoversi nel mondo delle offerte di connettività, pubblicata su Today.it e sulla relativa fanpage Facebook e rilanciata poi su tutte le edizioni del Gruppo, che ha registrato, oltre che migliaia di visualizzazioni, anche tempi di permanenza superiori alla media. Un interesse nei confronti del tema che ha avuto riscontro anche nella settimana a seguire con l’Instant Poll, ossia un Sondaggio Sponsorizzato contenente la call to action di Open Fiber, che interrogava in modo intrigante gli utenti su argomenti riguardanti la qualità della fibra.

I risultati del progetto sono stati davvero stupefacenti, sia in termini quantitativi che qualitativi, soprattutto se si considera che l’ottima risposta del pubblico è giunta in relazione ad una tematica rilevante, ma decisamente non di intrattenimento. Una dimostrazione importante di come Citynews riesca a soddisfare le esigenze dei propri partner attraverso soluzioni pubblicitarie su misura, mantenendo comunque la sua impronta giornalistica” – conclude Simone Parrinello.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

  • Docente in difficoltà sbeffeggiata dagli alunni, un genitore alla nostra redazione: "Ha fatto tutto da sola"

  • Scontro tra auto e bici, muore Marco Aliberti: Baronissi a lutto

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Incidente in via Croce, muore il giovane Vittorio Senatore: Cetara a lutto

  • Salerno, morte di Antonio Junior De Sarlo: chiesto il processo per l'amico

Torna su
SalernoToday è in caricamento