rotate-mobile
Economia

Antonio Valiante: "Le comunità montane avviino azioni legali"

Il vicepresidente del consiglio regionale si rivolge alle comunità montane della provincia di Salerno suggerendo di intraprendere "azioni legali" per garantire il pagamento degli stipendi e salvare i livelli occupazionali

"Le Comunità Montane devono avviare una azione legale nei confronti della regione Campania per ottenere i fondi che sono stati stanziati in bilancio ma che, alla resa dei conti, potrebbero mancare dalla disponibilità dell'ente" così il vicepresidente del consiglio regionale Antonio Valiante, in merito ai numerosi posti di lavoro a rischio per gli operai idraulico - forestali delle comunità montane della provincia di Salerno.

"Esiste il fondato sospetto - continua Valiante - che la regione da qui a qualche mese non abbia più le risorse da trasferire alle comunità montane con tutte le ovvie conseguenze che da ciò deriverebbero. Ecco perché invito i responsabili dei singoli enti ad avviare azioni legali contro la regione Campania per garantire il pagamento degli stipendi ai lavoratori e gli stessi livelli occupazionali".

Nei giorni scorsi una delegazione composta da sindaci del territorio e rappresentanti delle comunità montane del sud della provincia di Salerno aveva chiesto a Napoli un incontro al presidente Stefano Caldoro, ma senza riuscirci. Lo stesso Antonio Valiante dichiara quindi di aver inviato "un telegramma al presidente Caldoro per denunciare la mancanza di rispetto istituzionale nei confronti dei primi cittadini della provincia di Salerno". 

 

 

 

 

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antonio Valiante: "Le comunità montane avviino azioni legali"

SalernoToday è in caricamento