rotate-mobile
Economia

Caso Amato, riapre il pastificio: è di nuovo Giovanni Giudice l'affittuario

E' stata presentata da Giovanni Giudice l'unica offerta di affitto al Tribunale fallimentare di Salerno

Il pastificio Amato si prepara a riaprire i battenti. Salvatore dello storico pastificio salernitano, di nuovo l'imprenditore Giovanni Giudice, unico ad aver presentato l'offerta di affitto dell'opificio al  Tribunale fallimentare di Salerno che sta curando l'asta. Non ci sono state proposte di acquisto per il pastificio, il cui affitto è stato, quindi, affidato a Giudice. Dei 134  dipendenti, solo cinquanta, tuttavia, continueranno a lavorare nell'opificio. Approvata dal giudice Giorgio Jachia, dunque, la proposta del siciliano che prevede il versamento di trentamila euro al mese.

Nonostante i tagli al personale, tuttavia, i dipendenti ieri hanno espresso tutto il loro entusiasmo per la riapertura dell'azienda, vista come primo passo per la ripresa di Amato. Continua, però, la procedura fallimentare che mira a vendere, e non a fittare, il pastificio: scadrà il prossimo 22 maggio, infatti, il secondo bando di acquisto dell'azienda, che garantirà all’affittuario una gestione di almeno dieci mesi completa di diritto di prelazione.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Amato, riapre il pastificio: è di nuovo Giovanni Giudice l'affittuario

SalernoToday è in caricamento