menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovanni Giudice: "Un protocollo per difendere e rilanciare il lavoro"

Il sindacalista cislino Giovanni Giudice propone all'ente camerale un patto per la difesa e il rilancio del lavoro a Salerno e provincia: "Servono una cabina di regia e un tavolo di concertazione"

Un protocollo per la difesa e il rilancio del lavoro a Salerno e provincia: questa la richiesta avanzata dalla Cisl Salerno alla Camera di commercio a mezzo comunicato stampa. Nella nota il segretario provinciale Giovanni Giudice si è così espresso: "Il nostro territorio ha bisogno di un nuovo modo di fare sindacato, d'intendere le relazioni tra imprenditori e rappresentanti dei lavoratori. Per questo c’è bisogno di firmare un patto con la Camera di commercio di Salerno, che possa portare intorno ad un tavolo di concertazione tutte le sigle tra artigiani e sindacati e gli esponenti politici locali, provinciali e regionali”.

Il segretario cislino propone al presidente Guido Arzano di stilare un protocollo avente come obiettivo il rilancio e la difesa del lavoro in provincia di Salerno, in particolar modo di quelle eccellenze che hanno un'incidenza sociale fortissima, dato che la crisi, afferma Giudice, è stata "come uno tsunami". Tra gli obiettivi del protocollo che la Cisl salernitana proporrà alla Camera di commercio nei prossimi giorni c’è quello di “dare seguito allo Small Business Act per il rilancio delle piccole e medie imprese”, ha sottolineato il massimo rappresentante della Cisl salernitana, che però parla anche di “conciliazione dei tempi lavoro - famiglia”.

Inoltre, si legge in una nota emessa dalla Cisl Salerno, il protocollo mira ad un miglior dialogo con gli istituti di credito affinché concedano con maggiore facilità risorse agli imprenditori e a contrastare, insieme alle forze dell'ordine, le infiltrazioni della criminalità organizzata e il lavoro sommerso.  “L'obiettivo di questo patto con i maggiori protagonisti della vita economica e sociale della provincia deve essere anche quello di creare una vera e propria cabina di regia - sottolinea Giudice, che conclude - abbiamo bisogno di un tavolo di concertazione che sia un luogo di riflessione, di pianificazione strategica del sistema lavoro che vada a completare l’opera già iniziata da un punto di vista tecnico dall’organizzazione sindacale che rappresento. Spero che Arzano raccolga questa sfida difficile ma allo stesso tempo ambiziosa”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento