menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mario Salsano: "Sul Metrò del mare la giunta regionale ha sbagliato"

Il segretario regionale della Filt Cgil contro la decisione della giunta regionale di ridimensionare il servizio e di escludere il porto di Agropoli dalla linea diretta all'isola di Capri

Tiene nuovamente banco la questione Metrò del Mare. La Filt Cgil Campania, in una nota stampa, si è espressa in maniera contraria rispetto alla decisione della giunta regionale di ridimensionare il servizio di collegamento marrittimo: "La scelta della giunta regionale della Campania di ridimensionare il Metrò del mare e di dargli una dimensione esclusivamente turistica è profondamente sbagliata" si legge in un comunicato stampa emesso nei giorni scorsi.

Mastica amaro il segretario regionale della Filt Cgil Mario Salsano: "Da quest’anno l’assessore regionale ai trasporti, che aveva garantito negli ultimi anni 5 milioni di Euro di corrispettivi pubblici, ha deciso che il servizio non era più strategico, nonostante le opposizioni del sindacato e delle forze economiche e sociali".

Insufficiente è giudicata la misura adottata dall'assessorato regionale al turismo: "A questo punto l’assessore al turismo, ritenendo il servizio di mobilità via mare un’esigenza anche utile alla promozione turistica, ha presentato il progetto “Terre d’amare” che è assolutamente insufficiente non solo per il periodo interessato ma anche perché esclude alcuni porti dalle linee previste". Salsano precisa: "In particolare, è assolutamente inaccettabile l’esclusione del porto di Agropoli dal collegamento con Capri, infatti la linea marittima prevede di toccare i porti di Sapri, Palinuro, Casalvelino, Acciaroli, S.Marco, Capri, Napoli Beverello".

Il servizio del Metrò del mare, avviato in modo sperimentale nel 2001, ha visto negli anni il progressivo aumento del numero delle linee, passate da 1 ad 11, di scali, da 6 a 23, e della durata da 3 a 6 mesi l’anno, trasportando complessivamente in 9 anni 1.650.000 passeggeri - afferma il segretario regionale della Filt Cgil Mario Salsano - nel 2009 i passeggeri sono stati circa 200mila e nel solo mese di agosto circa 90mila, contribuendo a sottrarre traffico alla rete stradale, con una sensibile diminuzione dell’inquinamento e dell’incidentalità, soprattutto nella costiera amalfitana e cilentana".

"Chiediamo un intervento urgente a Giuseppe De Mita, assessore al turismo e vicepresidente della giunta - conclude Salsano - per rimediare ad una scelta irrazionale ed ingiustificata, considerato che Agropoli è una località che nei mesi estivi accoglie decine di migliaia di turisti che negli anni precedenti hanno utilizzato il metrò del mare per raggiungere Capri".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento