menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Saldi

Saldi

Saldi estivi: al via gli acquisti, ma occhio alle etichette

Secondo Confesercenti, le famiglie spenderanno circa 150 euro in più in questi due mesi: meno rispetto ai saldi invernali, quando la spesa si aggira sui 200 euro

Al via, ufficialmente, da oggi, i saldi estivi nella nostra regione. Nonostante le occasioni e le promozioni siano state lanciate già da tempo in città, proprio per incoraggiare gli scarsissimi acquisti dovuti alla crisi economica dilagante, partono adesso le svendite che, si spera, daranno una boccata d'ossigeno ai commercianti come agli utenti. A fornire qualche dato interessante, il presidente di Confesercenti Campania, Vincenzo Schiavo: "Il settore dell'abbigliamento, assieme a quello dell'hi-tech e delle automobili è quello più in sofferenza - rivela il presidente - Le famiglie campane stanno facendo tante rinunce ed è proprio sul vestiario e le calzature che vanno a spendere di meno". 

"In media, abbiamo stimato, che le famiglie spenderanno circa 150 euro in più in questi due mesi. Meno rispetto ai saldi invernali, quando la spesa si aggira sui 200 euro, ma comunque parliamo di cifre considerevoli che smuovono il mercato e ridanno fiato ai nostri negozianti. Il mancato aumento dell'Iva permette di non erodere risorse importanti in questo momento di rilancio del mercato", ha aggiunto. Dal canto suo, intanto, l'Aduc, l'associazione Diritti utenti e consumatori, parla di "un momento in cui i consumatori dovrebbero poter acquistare a prezzi scontati merci che altrimenti sarebbero mediamente costate dal 30 al 50% in più. L'uso del condizionale è d'obbligo, perché l'esistenza dei saldi è di per sé un retaggio di un commercio che non esiste più, cioé quello condizionato e diretto dalle normative che oggi esistono solo sulla carta. Infatti, come ben sa ogni commerciante e ogni consumatore, i prezzi scontati si trovano sempre e ovunque". 

Tra i consigli dell'associazione per i diritti degli utenti, "prendere nota dei prezzi riportati per poterli confrontare da quelli praticati durante i saldi, cioé per sapere se lo sconto è praticato sul prezzo antecedente ai saldi o su un prezzo taroccato per l'occasione". Se si dovesse incappare in un saldo taroccato, è doverosa la segnalazione all'autorità di polizia municipale. In caso di un difetto di conformità dell'acquisto, si può pretendere riparazione, cambio o restituzione di quanto pagato: il commerciante è obbligato in merito, da una precisa legge. Intanto, Federconsumatori prevede "saldi gelati nonostante l'aumento delle temperature": il calo degli acquisti che a livello nazionale è stimato  attorno al 9%, nel nostro territorio si prevede ancora più consistente. 

Secondo il Codacons, infine, in Campania il calo delle vendite rispetto ai precedenti saldi del 2012 raggiungerà quota -18%: "Un dato estremamente negativo, se si pensa alle forti riduzioni di spesa effettuate negli anni precedenti dalle famiglie - hanno spiegato - I consumatori della regione a causa della crisi economica in corso e in vista di tempi duri, limiteranno ulteriormente il budget da destinare agli sconti di fine stagione, e acquisteranno solo beni indispensabili e di valore contenuto, al punto che meno della metà delle famiglie potrà permettersi compere durante i saldi, e il valore medio dello scontrino scenderà a 92 euro", concludono dall'associazione. Tra consigli e scetticismi, ad ogni modo, la stagione dei saldi è iniziata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

social

Turismo, la spiaggia di Santa Teresa su "Lonely Planet": l'annuncio del sindaco

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento