menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via i saldi: salernitani a spasso per lo shopping, i consigli per gli acquisti

Secondo il Codacons quest'anno, per la prima volta dopo diversi anni, le vendite saranno in aumento al Nord, ma statiche al Sud, come spiega Marchetti

Al via da oggi i saldi estivi in Campania. Partono, dunque, le occasioni per fare acquisti a prezzi convenienti, nonostante in realtà molti commercianti abbiano iniziato a praticare sconti tra il 20 e il 30% ai propri clienti già da qualche settimana, anche a Salerno. La data di chiusura è prevista per il 17 agosto. Secondo il Codacons quest’anno, per la prima volta dopo diversi anni, le vendite saranno in aumento: più 3% rispetto allo scorso anno, con uno scontrino medio che si attesterà attorno ai 67 euro pro-capite. "In realtà tale dato vale per lo più per il Nord - sottolinea il vicesegretario nazionale, Matteo Marchetti - Qui al Sud ed in particolare in Campania, le famiglie stentano ad arrivare a fine mese e a pagare in tempo le bollette, soprattutto a causa della disoccupazione e delle imposte: nel nostro territorio non è previsto alcun aumento per le vendite, ma la situazione è decisamente statica". Lo stesso Marchetti, poi, ha tenuto a ricordare agli utenti che è possibile cambiare la merce acquistata anche se in saldo, purchè si esibisca lo scontrino fiscale.  L'Adiconsum, dal canto suo, ha divulgato un decalogo per i consigli ai consumatori, mentre su Facebook è nato il gruppo “SOS SALDI”. Di seguito, dieci semplici regole che possono aiutare gli acquirenti a spendere in modo oculato. Buono shopping a tutti.

-Sull'oggetto in saldo deve essere sempre riportato il prezzo d'origine non scontato, la percentuale di sconto applicata e il prezzo finale;

-È meglio diffidare di quei negozi che espongono cartelli con sconti esagerati e fare riferimento a negozi già conosciuti per acquistare la merce in saldo: sconti superiori al 50-60 per cento nascondono spesso merce non proprio nuova;

-Fate attenzione all'eventuale presenza di merce venduta a prezzo pieno insieme alla merce in sconto;

-Confrontare i prezzi con quelli di altri negozi, magari annotando il prezzo di un capo o della merce a cui si è interessati;

-È bene verificare che il prodotto offerto in vetrina sia lo stesso che verrà  presentato in negozio;

-Nel periodo dei saldi i negozianti che normalmente accettano pagamenti con bancomat o carte di credito ed espongono il relativo logo sono tenuti ad accettare i pagamenti elettronici;

-Diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati e non provati, anche se è a discrezione del commerciante consentire o meno di fare provare la merce;

-Chi vuol fare regali faccia attenzione perché si può cambiare solo ed esclusivamente la merce difettosa che deve essere riconsegnata al commerciante entro 2 mesi dalla scoperta del difetto (non si può sostituire la merce se avete cambiato idea sul colore o sul modello);

-È bene conservare sempre lo scontrino per potere eventualmente cambiare la merce difettosa;

-Qualora il commerciante si rifiuti di cambiare un articolo difettoso in saldo o non voglia restituirvi i soldi rivolgetevi alla Polizia Municipale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento