rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Economia

Sita Sud, Severino Nappi: "Obbligo di servizio"

L'assessore regionale al Lavoro: "In base ad un regolamento europeo l'azienda ha l'obbligo di servizio, tuttavia le Province analizzeranno la questione dell'adeguamento"

Imporre alla Sita Sud gli obblighi di servizio impegnandosi a riconoscere le compensazioni con le modalità e nelle misure previste dalla legge: è quanto emerso da un incontro tra i sindacati di categoria, i vertici aziendali della Sita Sud e gli assessori regionali ai Trasporti e al Lavoro Sergio Vetrella e Severino Nappi. I due esponenti della giunta Caldoro hanno fatto appello al regolamento europeo 1370 del 2007 relativo al trasporto pubblico e posto l'azienda di fronte all'obbligo di servizio.

Dovranno essere le Province di Napoli, Salerno e Avellino, in quanto stazioni appaltanti, ad inviare alla Sita Sud le lettere di obbligo di servizio: una soluzione "necessaria" per non interrompere appunto il servizio e per permettere "la riprogrammazione dei servizi di trasporto pubblico locale. Dovranno essere quindi gli enti provinciali ad inviare le lettere alla Sita Sud: nel caso in cui le comunicazioni non dovessero arrivare l'azienda di trasporti ha fatto sapere che lascerà il territorio regionale ed avvierà le procedure relative alla mobilità dei dipendenti.

L'azienda, in precedenti incontri con esponenti regionali, aveva lamentato il fatto che i costi del trasporto su gomma non sono più coperti dai contratti di servizio, chiedendo quindi un adeguamento delle tariffe alle stazioni appaltanti, dicendo anche di essere pronta a lasciare la Campania nel caso in cui non ci dovesse essere un adeguamento.

In un precedente incontro con l'assessore regionale Sergio Vetrella era stato chiesto, all'azienda, di fornire il piano aziendale con i costi "reali", ossia sostenuti per il servizio, relativo al 2013, oltre ai bilanci degli anni precedenti. A rischio, qualora la Sita Sud dovesse decidere di lasciare la regione, anche i posti di lavoro dei dipendenti per i quali, però, al momento, non sarà avviata alcuna procedura di mobilità. La Sita Sud copre infatti i collegamenti tra Salerno e Napoli, Salerno e Avellino, Napoli-Scafati e Napoli-Pompei.

"Abbiamo avviato un percorso per evitare che fossero avviate le procedure di mobilità" ha commentato l'assessore regionale al Lavoro Severino Nappi. "Richiamando l'azienda all'obbligo di servizio - ha affermato - abbiamo salvaguardato i lavoratori e anche i cittadini. Ora - ha concluso - occorre approfondire la questione relativa ai costi che sostiene l'azienda per il servizio".

SITA SUD, IL PD CONTRO LA REGIONE CAMPANIA

SITA SUD, RABBIA PAOLO RUSSOMANDO

SITA SUD, VETRELLA: "ANALIZZEREMO I BILANCI"

TRASPORTI, SITA SUD PRONTA A RITIRARE I BUS

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sita Sud, Severino Nappi: "Obbligo di servizio"

SalernoToday è in caricamento