menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cartelle Soget, Cammarota scrive a Napoli: "Sospenda le tasse ingiuste"

Il consigliere comunale ha scritto una lettera al sindaco di Salerno chiedendo un intervento diretto sulle imposizioni ingiuste e una ridefinizione della modalità di riscossione

Continua l’azione politica di Antonio Cammarota contro gli accertamenti che, ormai da mesi, numerosi salernitani si vedono recapitare a casa dalla Soget. Questa volta, però, il consigliere di opposizione ha deciso di spingersi oltre e di scrivere direttamente al sindaco facente funzioni Vincenzo Napoli affinchè si occupi di una serie di problematiche legate proprio al lavoro della nota società. “Come è noto – denuncia Cammarota - La Nostra Libertà offre le consulenze gratuite, e in soli due giorni sono state oltre trecento le persone, la maggior parte anziani, che si sono recate nella sede dell’associazione invocando tutela. È un guasto grave - aggiunge - come si siano capovolti i ruoli, con l’accertatore privato che di fatto ha il privilegio di imporre l’onere della prova, infligge sanzioni altissime in cumulo senza la responsabilità del contribuente, richiede oneri prescritti, effettua accertamenti contrari ad atti pubblici, e guadagna lucro in percentuale di quanto accerta e riscuote. Lo sa, è stato discusso ampiamente in consiglio comunale. Ma ora ci sono anche le sentenze del Giudice”.

Per Cammarota, dunque, è “un guasto grave, che tradisce il corretto rapporto tra cittadino e istituzioni. Il Comune è titolare del credito, della sanzione, della riscossione. E dell’interesse pubblico, quello di tutti. Stia quindi dalla parte dei cittadini”. Per questo chiede a Napoli “al netto delle polemiche, di intervenire d’autorità, sospendendo cautelativamente l’accertamento e le imposizioni ingiuste, ridefinendo il credito, la sanzione, la riscossione, i tempi. Lo faccia, per una città arrabbiata, delusa, che ha la difficoltà del piatto a tavola, ma innanzitutto per quelle persone anziane, ieri in fila sotto la pioggia, che non possono pagare. La Soget, capirà. Per quanto mi riguarda – conclude -  sarò il primo a dargliene pubblicamente atto”.
 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento