menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Urti

Urti

"La Spesa in Campagna": al via le adesioni al network anche in Campania

Il progetto intende favorire relazioni dirette tra agricoltori e consumatori, far conoscere la storia di alimenti di qualità, le persone che li hanno prodotti, i campi da cui provengono e far ammirare i territori ed i paesaggi di origine

Arriva anche in Campania "La Spesa in Campagna": al via le adesioni al network che mette il consumatore nelle condizioni di acquistare i prodotti sia direttamente in azienda, sia attraverso l’e-commerce. Le imprese associate potranno vendere i propri prodotti in esclusiva attraverso Agricommy, sviluppato in partnership con Amazon. A guidare "La Spesa in Campagna" in Campania, sarà il salernitano Modesto Urti, titolare dell’azienda biologica “Il Fuco d’Oro” di Roccadaspide. E' lui il nuovo presidente della sezione campana dell'associazione nazionale nata su iniziativa della Cia - Confederazione Italiana Agricoltori, e che opera per valorizzare i territori, la filiera corta e la qualità degli alimenti.

Il progetto intende favorire relazioni dirette tra agricoltori e consumatori, far conoscere la storia di alimenti di qualità, le persone che li hanno prodotti, i campi da cui provengono e far ammirare i territori ed i paesaggi di origine, garantendo prezzi equi correlati ai processi produttivi, e non ai passaggi intermedi nella filiera. Proprio nei giorni scorsi infatti “la Spesa in Campagna” si è sviluppata sul fronte digitale diventando piattaforma di selezione e promozione dei prodotti da distribuire sugli innovativi canali di Agricommy, il primo consorzio digitale italiano specializzato nel settore agroalimentare. Lanciato in collaborazione con Amazon, il colosso mondiale dell’e-commerce, Agricommy.com  garantisce una distribuzione capillare e affidabile per una vastissima platea di piccoli e medi imprenditori agricoli. “Le aziende che aderiscono al circuito ‘La Spesa in Campagna" rispettano regole precise che prevedono anche la disponibilità a sottoporsi a verifiche, che, secondo i principi del controllo partecipato, sono aperte ai rappresentanti delle associazioni dei consumatori”, ha spiegato Alessandro Mastrocinque, presidente della Cia Campania e vice presidente nazionale”. “Sono davvero soddisfatto del lavoro messo in campo con  l’Associazione – incalza Modesto Urti – Finalmente mettiamo in campo strumenti concreti per migliorare l’incrocio tra domanda e offerta per quelle aziende che fanno prodotti di eccellenza ma di nicchia. Una ulteriore opportunità per valorizzare il territorio e creare reddito”. 

Come aderire al network. Tutte le aziende che desiderano aderire, anche quelle che non sono socie della Confederazione degli Agricoltori, ma che hanno i requisiti di affidabilità richiesti, possono iscriversi attraverso un modulo disponibile sul sito della CIA Campania: Ciacampania.org.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento