rotate-mobile
Economia

Quanto spendono i Comuni per la tutela dell'ambiente? I top e i flop nel salernitano

Quanto spendono i Comuni per la tutela dell’ambiente? A fornire una risposta ci ha provato Openpolis attraverso uno studio sui bilanci dei Comuni italiani del 2021 nelle voci che riportano le uscite per le attività di protezione ambientale

Quanto spendono i Comuni per la tutela dell’ambiente? A fornire una risposta ci ha provato Openpolis attraverso uno studio sui bilanci dei Comuni italiani del 2021 nelle voci che riportano le uscite per le attività di protezione ambientale, compresi i sussidi dedicati agli enti che si occupano di questo ambito e il monitoraggio dei programmi, delle politiche sul territorio e degli interventi legati allo sviluppo sostenibile. A ciò si aggiungono le spese per alcuni aspetti specifici come il recupero di miniere e cave abbandonate e la manutenzione del verde urbano. 

La situazione nel salernitano

A primeggiare è il Comune di Ogliastro Cilento con una spesa di 553,36 euro pro capite (1 milione 252mila euro la spesa totale) per tutela, valorizzazione e recupero ambientale. A seguire Torre Orsaia con 183,26 pro capite, Pisciotta con 165, San Mauro La Bruca con 130 e Romagnano al Monte con 128,79 euro pro capite. A superare “quota 100” il Comune di Laurino (116,48 euro pro capite) e Valle dell’Angelo (112,50). Salerno, con una spesa di circa 6 milioni, si classifica al quindicesimo posto con una spesa pro capite pari a 46,26 euro. Fra gli altri Comuni con più di quindicimila abitanti vi è Baronissi (16,70 euro pro capite), Angri (16,43), Capaccio (10,79), Cava de’ Tirreni (9,50). 

In fondo alla classifica

Nelle parti basse della classifica Comuni come Battipaglia (1,85 euro), Eboli (2,19), Mercato San Severino (2,63), Agropoli (2,63), Pontecagnano Faiano (3,33) e Nocera Inferiore (5,70).

La spesa assoluta

In termini di spesa assoluta, invece, il Comune che spende di più è quello di Salerno con 5 milioni e 928mila euro. A seguire, con un numero di abitanti decisamente minore, Ogliastro Cilento (1 milione e 252mila euro). Nella top ten Angri (557mila euro), Cava de’ Tirreni (485mila euro), Pisciotta (403mila euro), Torre Orsaia (363mila euro), Baronissi (280mila euro), Nocera Inferiore (252mila euro), Capaccio Paestum (240mila euro), San Valentino Torio (220mila euro).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quanto spendono i Comuni per la tutela dell'ambiente? I top e i flop nel salernitano

SalernoToday è in caricamento