menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tagli alle corse dei bus, è scontro tra Provincia e Filt Cgil

D'Alessio: “La Provincia annulli la Delibera nr.151 del 19/7/2013 con cui si tagliano le risorse al trasporto pubblico locale, riveda la programmazione dei servizi e proceda ad una riorganizzazione complessiva del settore sul territorio"

“La Provincia di Salerno annulli la Delibera nr.151 del 19/7/2013 con cui si tagliano le risorse al trasporto pubblico locale, riveda la programmazione dei servizi e proceda ad una riorganizzazione complessiva del settore sul territorio che non può più permettersi circa 50 vettori privati”. Questo l'appello del segretario generale Filt Cgil, Amedeo D'Alessio. "L’assessore provinciale ai Trasporti, Michele Cuozzo, butta ancora una volta il can per l’aia e non entra nel merito delle questioni che abbiamo posto alludendo, peraltro, a fantomatici e taumaturgici incontri sul trasporto pubblico locale".

"Sotto tutti i punti di vista è, infatti, fortemente sbagliato limitare al Cstp la problematica dei tagli ai servizi extraurbani che, invece, coinvolge tutte le aziende del territorio e, conseguenzialmente, la totalità degli utenti e dei lavoratori della Provincia di Salerno. Ad ogni modo, risulta quantomeno paradossale che nel mentre da un alto ci si lamenta del fatto che il Cstp non riesce ad effettuare il 20% delle corse di linea, dall’altro si decida, non per via di provvedimenti del Governo, ma per scelte autonome, di tagliare un’ulteriore quota di risorse e di servizi minimi pari circa al 13%", sbotta D'Alessio.

Immediata, la replica di Cuozzo: "La Provincia non ha operato tagli del 13%. Il Cstp non riesce ad effettuare il 20% circa dei servizi affidati dall'Ente Provincia, perché non può sostenere il costo della riparazione degli autobus, perdendo circa quattro milioni di euro all'anno”. Lo stesso assessore ai Trasporti, in merito ai tagli effettuati, sottolinea come "se il Comune di Salerno avesse pagato i circa ottocentomila euro di debiti, il Cstp avrebbe potuto far fronte al pagamento dei debiti contratti per la riparazione degli autobus e non avrebbe soppresso il 20% delle corse".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento