menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tassa sui rifiuti, c'è Salerno tra le città più care d'Italia

Secondo un studio della Uil la Tari è cresciuta mediamente di 72 euro. Il costo maggiore si registra nei comuni di Benevento e Pisa, al terzo posto la città del Castello di Arechi

C’è anche Salerno tra le città italiane dove la tassa sui rifiuti (conosciuta come Tari) è più salata.  E’ quanto emerge da uno studio del Servizio Politiche Territoriali della Uil, che ha elaborato i costi dell'imposta in 94 città capoluogo di provincia, per una famiglia con una casa di 80 metri quadrati e 4 componenti. Le famiglie italiane verseranno nel 2016 nelle casse comunali 295 euro medi, a fronte dei 294 euro dello scorso anno e dei 223 euro versati nel 2012. In valori assoluti nel 2016 il costo maggiore si registra a Benevento con 473 euro l'anno a famiglia, a Pisa 465 euro, a Salerno 462 euro, a Grosseto 450 euro, a Cagliari 447 euro.

Tra i capoluoghi di provincia dove le tariffe sono più contenute troviamo: 150 euro medi a famiglia a Belluno, a Novara 166 euro, a Vibo Valentia 176 euro, a Macerata 178 euro, a Brescia 181 euro. Infine nell’ultimo anno la Tari è aumentata in 37 città (tra le quali Ancona, Bari, L’Aquila, Aosta); è rimasta stabile in 20 città (tra le quali Napoli, Torino, Bologna) ed è diminuita in 37 città (tra cui Genova, Milano e Roma). L’aumento percentuale record in 5 anni a Pescara (+157%).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento