rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Economia

Ferragosto: Sangiuliano entusiasta degli ingressi nei musei, Ilardi (Federalberghi) traccia un bilancio sul turismo nel salernitano

Ilardi: "Occorre impegnarsi per migliorare le connessioni delle reti di trasporto, attivare adeguati strumenti di informazione per i turisti, garantire efficace collaborazione tra strutture ricettive ed attrattori museali e culturali, promuovere iniziative con maggior valore aggiunto che privilegino la tipicità e mettano da parte banalità cui abbiamo assistito nelle ultime settimane, assicurare decoro e pulizia costanti di ogni lembo della provincia di Salerno"

Complessivamente si conferma una buona annata, il 2023, sul fronte turismo, anche se leggermente inferiore alle attese. Lo rende noto il presidente di Federalberghi Salerno, Antonio Ilardi che fornisce un interessante quadro inerente al nostro territorio: "In provincia di Salerno hanno buone performance quei territori che sanno meglio intercettare i flussi di visitatori esteri e soffrono, invece, quelli più dipendenti dai viaggiatori italiani, attualmente in difficoltà a causa dell’inflazione e del rincaro dei tassi di interesse. In questo scenario, la costiera amalfitana conferma le sue grandi capacità attrattive, il comune di Salerno raggiunge buoni risultati, con luci da evidenziare ed ombre da diradare, il Cilento soffre a causa di un modello di accoglienza troppo incentrato sulle case vacanze che attirano una utenza regionale non in grado di assicurare stagioni lunghe e adeguate capacità di spesa".

I dati nei musei provinciali

L'appello di Ilardi

Da subito, occorre lavorare per costruire un Territorio complessivamente più attrattivo per l’utenza estera, rivolgendosi, in particolare, alle aree caratterizzate da una continua crescita demografica e da un costante incremento dei livelli di benessere. In questo senso, occorre impegnarsi per migliorare le connessioni delle reti di trasporto, attivare adeguati strumenti di informazione per i turisti, garantire efficace collaborazione tra strutture ricettive ed attrattori museali e culturali, promuovere iniziative con maggior valore aggiunto che privilegino la tipicità e mettano da parte banalità cui abbiamo assistito nelle ultime settimane, assicurare decoro e pulizia costanti di ogni lembo della provincia di Salerno.

Ci auguriamo che gli Enti pubblici assumano al più presto una iniziativa in tal senso, da parte nostra siamo pronti ad offrire un contributo di idee di azione.


I numeri nei musei

Intanto, arrivano i numeri relativi agli ingressi nei musei e parchi archeologici statali durante il ponte di Ferragosto che hanno entusiasmato il ministro alla Cultura, Gennaro Sangiuliano. "I nostri musei - ha sottolineato il ministro - sono una ricchezza della Nazione, rafforzano l'identita' e la consapevolezza della nostra storia. Sono parte essenziale della bellezza che l'Italia offre ai propri cittadini e al mondo. Ogni museo è un'esperienza culturale che merita di essere vissuta. Questi numeri così rilevanti - ha proseguito - confermano che stiamo facendo un buon lavoro. Ringrazio in primo luogo chi, in questi giorni di vacanza, ha lavorato per garantire la fruibilità dei siti. Ieri mi sono personalmente recato al Colosseo e al Museo nazionale romano per incontrare alcune lavoratrici e lavoratori che, nella giornata di Ferragosto, erano presenti. Grazie per il loro impegno". 

Gli ingressi complessivi registrati dal ministero della Cultura (Mic) dal 12 al 15 agosto, nella nostra provincia:

Parco archeologico di Paestum e Velia - Museo e area archeologica di PAESTUM 6.887;

Certosa di San Lorenzo di Padula 1.935.

Gli ingressi registrati nella giornata di Ferragosto:

Parco archeologico di Paestum e Velia - Museo e area archeologica di PAESTUM 1.468;

Certosa di San Lorenzo di Padula 427.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferragosto: Sangiuliano entusiasta degli ingressi nei musei, Ilardi (Federalberghi) traccia un bilancio sul turismo nel salernitano

SalernoToday è in caricamento