Antonio Onorato e il suo “Vesuvio Blues” al Moro di Cava de' Tirreni

Venerdì 22 gennaio il pub Il Moro ospita il blues di Antonio Onorato. Si preannuncia straordinaria la serata musicale a Il Moro di Cava de’ Tirreni: venerdì a partire dalle ore 22 il musicista partenopeo Antonio Onorato andrà scena con il suo nuovo progetto “Vesuvio Blues”, ospite d’eccezione della rassegna MoroInJazz. Per questo concerto, l'artista farà sfoggio anche della sua voce, vera novità, senza mai mettere in secondo piano la sua chitarra. Nel nuovo progetto non mancano rivisitazioni illustri come quella del celebre brano "Red house" di J. Hendrix, riproposto con un testo in napoletano, senza contare l'uso di chitarre dal suono psichedelico e distorto ma anche "clean", a riprodurre un blues-fusion vesuviano e magmatico, dove la scala blues si fonde alla perfezione con la scala napoletana, dando origine a una nuova e vibrante proposta musicale e artistica. In questo nuovo progetto, Onorato sarà accompagnato da una band composta da giovani e talentuosi musicisti selezionati da lui nel corso di questi ultimi anni: Ciro Cino alle tastiere, Gianmarco Tarallo alla batteria e Peppe Arena al contrabbasso. Per info e prenotazioni concerti 089 4456352 - 340 3939561.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Textures, racconti e trame per un immaginario gentile: la retrospettiva di Molinari

    • Gratis
    • dal 5 dicembre 2020 al 14 marzo 2021
    • Spazio Ophen Virtual Art Gallery
  • "Il re che aveva paura del buio": tutto pronto per lo spettacolo on line dedicato ai bambini

    • 24 gennaio 2021
    • Piattaforma Zoom
  • "On, off e il mistero della torta scomparsa": il teatro proposto on line

    • 31 gennaio 2021
    • Piattaforma Zoom
  • "Il diavolo fortunato": spettacolo on line dedicato ai bambini

    • Gratis
    • 14 febbraio 2021
    • Piattaforma Zoom
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    SalernoToday è in caricamento