rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Eventi

“Arte Paris 2019” mette in scena la rivoluzione pittorica di Pablo Picasso

In mostra le opere degli artisti selezionati da ArtetrA e Prince Group

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

La bellezza dell’arte vissuta in tutte le sue sfumature sarà il fil rouge della manifestazione “Arte Paris 2019”, premio internazionale di arte contemporanea “Pablo Picasso, organizzata dal 6 all’8 settembre a Parigi. Location d’eccezione è l’Espace Thorigny, a Le Marais. Una scelta, peraltro, non casuale dal momento che la sede espositiva si trova a Le Marais, nel quartiere di Palazzo Salè, che ospita il museo nazionale Picasso con più di 5mila opere e un cospicuo archivio dell’artista, nonché la sua collezione personale. E sarà proprio Picasso il “genius loci” dell’esposizione. La manifestazione – organizzata dall’associazione ArtetrA presieduta da Veronica Nicoli in collaborazione con la Prince Group di Armando Principe – ha come testimonial ideale Pablo Picasso, l’artista spagnolo che seppe trovare a Parigi, e in Francia in generale, la giusta ispirazione per imprimere un cambiamento in campo artistico. Già bambino prodigio, il giovanissimo Picasso arrivò a Parigi nel 1904 e si lasciò coinvolgere dagli stimoli offerti dalla città, che all’inizio del Novecento rappresentava l’ombelico del mondo artistico europeo. Aprì il suo primo atelier in un fabbricato – il Bateau Lavoir – dove dipinse i primi quadri che avrebbero rivoluzionato la storia dell’arte. Lo studio si trasformò ben presto in un cenacolo di artisti, scrittori e mecenati all’avanguardia. Tra i componenti spiccano i nomi del pittore Juan Gris, dello scrittore Guillaume Apollinaire e dei collezionisti americani Leo e Gertrude Stein. A Parigi Picasso abbandonò il triste periodo blu e adottò colori più vividi. La sua tavolozza era composta da gradazioni calde e delicate, con una prevalenza di rossi e rosa. Ebbe così inizio il periodo rosa in un clima di fanciullesca ingenuità, accentuata dalla raffinatezza del disegno, rappresentato da opere quali “Family of Saltimbanques” (1905) e “Boy with a Pipe” (1905), ma anche “Les Demoiselles des Avignon” (1907) che raffigura cinque prostitute. Il capolavoro fece molto scalpore e rappresenta una sorta di spartiacque rispetto alle opere artistiche sin lì prodotte.

Quattro le sezioni che comporranno il premio internazionale: pittura, scultura, fotografia/grafica, digital art. In mostra ci saranno le opere dei più talentuosi artisti selezionati per l'occasione dallo staff di ArtetrA e Prince Group.

“Con Arte Paris vogliamo porre delle domande e fare una riflessione sull’arte contemporanea – ha spiegato la Presidente di ArtetrA Veronica Nicoli - Chi saranno i nuovi protagonisti dell’odierna scena contemporanea? Chi riempirà le pagine della storia dell’arte? Il guanto della sfida è gettato, l’appuntamento è a Parigi.Che l’atmosfera parigina possa suggerire versi nuovi a chi comunica attraverso il silenzio ovattato e rasserenante dell’arte. Ancora una volta, dunque, la parola agli artisti e al loro coraggio di travalicare i confini dell’io per mostrare che una nuova visione è possibile se si ha il coraggio di seguire i propri sogni”.

Artisti partecipanti – Con opere fisiche: Airin Col; Arduini Raiquen; Bachiocco Piera; Barletta Maria Filomena; Bellani Raffaella; Bolzonella Larissa; Bruno Roberta; Buonfrate Antonio; Buono Justine; Canino Rita; Carradori Remo; Casciotti Alessandra; Cerbone Biagio; Ciccozzi Giancarlo; Corso Cecilia; Cutrano Paolo; Dazzini Claudia; De Simone Dino; Di Maurizio Roberta; Di Renna Carmen; Digiuni Daniele; Fafiani Cor; Favaro Davide; Genemans Johannes “Stilista e scultore d’arte”; Giordano Giovanni; Gorfi; Iotti Paola; Iozzi Conny; Itria Giovanna; La Chioma Alessandra “Lale”; Lanari Morena; LaRosa Gianni; Laurenti Anna; Lembo Pietro; Leone Rosa; Lombini Massimiliano; Macaluso Fabiana; Mangia Giovanni; Masecchia Luigi; Meler Agnieszka Wioletta; Mellone Errico; Miccichè Teresa Cinzia; Moriconi Guillemi Guillermo; Musella Annachiara; Narbon JuanJo; Nersisian Mariam; Nicodemo Oscar; Nicoli Marco Luigi; Pizzorusso Vincenzo; Pollina Davide; Rescigno Annapaola; Riccardi Simone; Rinauro Annie; Rizzardi Elena; Rutigliano Ennio; Scuderi Angelo; Serri Gianluca; Soldi Massimo “MonoMax”; Sorrentino Domenico; Stortiglione Maria Adelaide; Tamigli Elia; Trzuskolas Anna; Vairo Maria Irene “Mariva”; Veronesi Federica; Vivian Betty; Zangheri Sascia Cristiano. Con 3 opere digital: Altuna Valeria; Barbagallo Sabrina; Borrelli Alessandro; Cammara Daniela; Cantore Nicoletta; Chasov Youri; Consolo Ilaria; D.Roi; Dall’Acqua Francesca “F.Da”; D’Amore Olindo; De Rosa Anna; Di Cecca Rosanna; Dottori Patrizia “PatlsHere”; Dumitrache Teodora Paula; Ferrera Monica; Foresta Giusy; Guarano Antonella “Quasi circolare”; Iannace Tiziana; Ioannacci Mariarita; Itria Giovanna; Lahna Driss; Licciardello Donata Maria Rita; Ligorio Mariella; Loliva Francesco; Mariano Marcello; Martino Raffaella “Raffa”; Mascio Luciana; Mazza Raffaele; Mello Teggia Roberta; Mezzani Antonella; Paci Diego; Pannone Rita; Patrin Michel; Pettini Paola Augusta; Pietrangeli Luisa; Puccini Angela; Rossi Mauro; Scoma Giorgia; Sechi Giovanni “Enoch Entronauta”; Sello Elisabetta; Sola Fabrizio; Tancio Merideth; Tarabocchia Laura; Todeschi Luiz Guilherme; Vitaloni Rita. Con 1 opera digital: Akande Olugbenga “Gbegi”; Battiante Dina “Dinart”; Bonaventura Monica Isabella; Bonifacio Dario; Braccini Paolo “Brac”; Buccino Orlando; Buono Justine; Buzatu Alin Marius; Campo Luigi; Camposeo Maurizio; Castro Teresa; Cesario Silvana; Chateauneuf Fanny; Dal Molin Stefania; De Cristofaro Francesco; De Martino Massimo; Del Magno Giovanna “NiNa”; Delapierre Bianca; Dragonetti Simona; Emanuele Mimmo; Esy _Lansk_Art; Faraci Emilia; Ferrante Girolamo; Ferrante Giusy Cristina; Ferrari Andrea; Fiano Roberta; Fiorani Valter; Galletti Stefania; Gessaga Mirko; Giordano Giovanni; Giorgi Chiara; Gissi Giuseppe “Pino Gi”; Gualandi Tiziana “Tijal”; Gullo Milena; Kalefi Miranda; Kaluzhyna Liliia; Lolli Antonella “Loi”; Manti Maria F.; Marino Claudia; Meta Gjergji XhoXho; Montefiori Erika; Monteleone Romina; Moretto Marta; Musella Annachiara; Ndiaye Mouhamed “Mooxamed”; Not so popular; Pamato Antonio “Libero”; Pantuliano Gilda; Pascucci Dina; Patat Domenico “Zio Dom-Art”; Pavone Marco; Pellegrini Elena; Pennesi Laura; Piatto Enzo; Piro Massimo; Porras Fabiola; Portaleone Guido; Rivera Guillermina “Guikni”; Rizzi Giusy; Rollo Antonella; Rutigliano Ennio; Scarpati Pasquale, Sciuccati Massimiliano; Sessa Maruska; Sirio; Tassinari Paola; Teresi Giovanni; Tkatchenko Victoria; Tocchini Paolo; Tonon Thalita; Vaccherecci Maria Grazia; Vandevelde Marc; Vigorito Pedro; Vinci Fabiàn; Yachia Lisa; Zapparoli Sabrina; Zenadocchio Antonio; Zorzi Monica.

Il vernissage di “Arte Paris2019” è fissato per venerdì 6 settembre, alle ore 18. La mostra proseguirà fino al 8 settembre e sarà aperta dalle ore 10 alle 13,30 e dalle ore 15,30 alle 19. La cerimonia di premiazione si terrà sabato 7 settembre, alle ore 17. L’ingresso è gratuito.

Info: www.artetra.it; Contatti: whatsapp 391 7425302 – 342 5196349;

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Arte Paris 2019” mette in scena la rivoluzione pittorica di Pablo Picasso

SalernoToday è in caricamento