Salotti d'Autunno: cibo e arte a Castel San Lorenzo

La prima edizione nel borgo della Valle del Calore tra tradizioni, cibo e relax. Tutto pronto per la rassegna del 28 dicembre

Riflettere insieme sulle qualità e le tradizioni del territorio come elemento di cultura identitaria da recuperare e salvaguardare. E’ questo l’intento della prima sessione di “Salotti d’Autunno”, evento del progetto “Salotti nei borghi del Sud” di Italia Emotional Way, movimento etico-culturale per lo sviluppo e la promozione dei territori, che si terrà il 28 dicembre alle 17.30 presso la sala polifunzionale di Castel San Lorenzo, in via Vigna della Corte.

La presentazione

L’iniziativa, che rientra nell’ambito delle attività di promozione territoriale messe in campo dall’Amministrazione comunale di Castel San Lorenzo, retta dal sindaco Giuseppe Scorza, verterà sulla “Cultura dell’olio” raccontata attraverso la voce di esperti del settore e sul “Patrimonio Verde”, accendendo la curiosità su un’antica eredità, la conoscenza della terra, delle sue risorse ambientali e dei suoi utilizzi più tradizionali. Le due sessioni saranno accompagnate da esposizioni di arti figurative e scultoree e da intermezzi di saggi, monologhi e strofe della cultura popolare cilentana.

Il programma

Sarà possibile visitare la mostra dei ricami delle ricamatrici castellesi a cura dell’associazione Nova Pro Loco e anche del Museo della Civiltà Contadina, terminerà con una degustazione culinaria nel centro storico di Santa Maria di Castel San Lorenzo, nell’ambito della tradizionale festa di paese “Olio, vino e fantasia”. “Dopo i primi incontri preparatori, avvenuti tra ottobre e novembre, che hanno visto la partecipazione di molti Salottieri – spiega la progettista Mafalda Inglese – entriamo nel vivo dell’iniziativa che rientra nell’ambito di un più ampio progetto di sviluppo e promozione dedicato ai singoli Comuni ma in un’ottica di rete e diffusione. Il Salotto dei borghi è una iniziativa che consente aggregazione, studio del territorio e di sviluppo a cui i Comuni possono aderire, come ha fatto Castel San Lorenzo, che ha creduto fortemente in noi”.“Vive, seppur a volte nascosta, una cultura locale di antiche tradizioni che a noi spetta il compito di mantenere in vita per tramandarla alle future generazioni – conclude il primo cittadino, Giuseppe Scorza - Lo facciamo attraverso un progetto, come quello di Salotti d’Autunno, che sposa a pieno la nostra idea di promozione del territorio attraverso uno scambio diretto di conoscenze tra la comunità locale e visitatori, autori, artisti  e artigiani provenienti anche da altri territori e che sono i benvenuti nel nostro borgo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma a Torrione: donna si sente male sulla spiaggia e muore

  • Covid-19: salgono i contagi a Salerno e provincia, muore un paziente. L'appello di Polichetti (Fials)

  • Covid-19, sono 41 i contagiati a Salerno: terzo caso in poche ore

  • Coronavirus: due nuovi casi positivi a Salerno e uno a Scafati

  • Covid-19, positivo un 16enne a Salerno: 32 casi nel Cilento

  • Meteo in Campania, è in arrivo un'ondata di calore: il bollettino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento