menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al Moro di Cava de' Tirreni il concerto del pianista Kenny Barron

Il jazzista e pianista di fama mondiale Kenny Barron, un poeta del pianoforte. Ancora pochissimi posti disponibili per assistere al concerto in esclusiva assoluta per la Campania

E’ atteso domani sera, martedì 12 novembre alle ore 22 al Jazz Club Il Moro di Cava de’ Tirreni, il jazzista e pianista di fama mondiale Kenny Barron, un poeta del pianoforte. Ancora pochissimi posti disponibili per assistere al concerto  in esclusiva assoluta per la Campania.

La scheda

Kenny Barron, icona del pianismo jazz che vanta oltre 70 album pubblicati, alcuni di essi firmati con Jay Jay Johnson, Tom Harrell, Jack DeJohnette, Ron Carter e altri grandi nomi del panorama internazionale, è tra i pianisti jazz più importanti del panorama attuale. Un vero e proprio maestro nel condurre lo strumento attraverso la sua storia e la sua letteratura in percorsi che tengano conto delle tradizioni senza rimanerne prigioniero, un  pianista appassionato di jazz conosciuto per l’estrema eleganza e limpidezza del suo tocco oltre che per la cultura profonda che gli permette di dominare il linguaggio pianistico moderno. Il noto pianista americano, gigante della storia del jazz giunto al traguardo dei sessant’anni di carriera, ospite della rassegna MoroInJazz che si avvale della direzione artistica di Gaetano Lambiase, si esibirà in un recital di solo piano sul palcoscenico del locale del Borgo Scacciaventi.

La carriera

Kenny Barron ha suonato con James Moody, Dizzy Gillespie, Freddie Hubbard, Milt Jackson e Stan Getz del quale ha condiviso il periodo finale della carriera. A partire dal 1974, ha fondato e diretto diverse formazioni jazz, composte da eccezionali musicisti, registrando, come leader, oltre 40 album. Uno stile inconfondibile, un fraseggio elegantissimo e una predilezione per la musica brasiliana e latina, ne fanno uno degli artisti chiave del jazz dell’ultimo mezzo secolo. La sua musica sgorga dal pianoforte rispettosa della lezione dei grandi del passato e, allo stesso tempo, fresca e creativa. Il piano solo diventa una maniera ulteriore per affrontare l’essenza più intima di questo discorso: le mani sapienti di Kenny Barron sono il modo più diretto per innescare un processo naturale e sempre in grado di raccontare come il jazz sia una musica in grado rinnovarsi prendendo le mosse dalle sue radici e dalle sua stessa storia. Per anni Barron è stato membro, nonché fondatore, di Sphere, il quartetto dedicato, già a partire dal nome, alla musica di Thelonious Monk, il principale ispiratore, con Tommy Flanagan e Wynton Kelly, del pianista di Filadelfia. Non solo bebop moderno, però, nello stile di Barron, che unisce la predilezione per la bossa nova al jazz modale, la grande libertà armonica al rispetto per la tradizione. Un artista capace di muoversi, con assoluta padronanza, praticamente in qualunque contesto del jazz contemporaneo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento