menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arte in Vetrina: conclusa la manifestazione dell'Ocpg, prossimi obiettivi

Guerra: "I ragazzi dell'ostello, qualche mese fa, si sono offerti gratuitamente di gestire questo Info Point fino a fine gennaio, adesso dobbiamo esaminare progetti di associazioni, cooperative e privati per rendere vivo questo spazio"

Si è conclusa ieri Arte in Vetrina, la manifestazione organizzata dall'Ocpg dell'Università di Salerno nell'ambito del progetto Chiamata alle Arti, in collaborazione con l'Ostello della gioventù Ave Gratia Plena. La manifestazione prevedeva l'esposizione di alcune opere di giovani artisti emergenti nelle vetrine dei negozi del centro storico di Salerno. Le stesse opere, dal 2 gennaio, terminata l'esperienza nelle vetrine, sono state esposte nella bellissima cornice di Palazzo Fruscione grazie alla collaborazione dell'Ostello che ha gestito l'Info Point allestito per le Luci d'artista.

Contentissima del successo della manifestazione è Angela Delli Paoli, responsabile del progetto. "Prevedevamo che le opere fossero esposte fino al 2 gennaio, ma grazie alla collaborazione con l'Info Point di Palazzo Fruscione siamo riusciti a prolungare il progetto di un'altra settimana", ha commentato a margine della manifestazione. Anche Rachel Mallon, esperta d'arte dell'ostello è rimasta entusiasta: "Vedere le opere di questi giovani artisti nelle vetrine del centro storico mi ha entusiasmato, quindi ho subito contattato l'organizzazione dell'iniziativa e li ho invitati ad esporre in questa incantevole cornice che è Palazzo Fruscione. Qui sta la storia, è un posto splendido".

"Dopo l'inaugurazione di settembre, Palazzo Fruscione è rimasto chiuso - ha esordito Domenico Barone, hostel manager dell'Ave Gratia Plena - Allora abbiamo proposto al Comune di Salerno, di allestire gratuitamente al suo interno un Info Point per la durata della manifestazione Luci d'artista. Solo dopo, grazie a Rachel, abbiamo avuto l'intuizione di esporre anche le opere di questi giovani artisti. Speriamo che in futuro si possa rendere questo storico palazzo un punto fisso della cultura salernitana" ha concluso Barone.

Alla manifestazione finale ha preso parte anche l'assessore alla Cultura del Comune di Salerno, Ermanno Guerra: "L'esperienza dell'Info Point è stata importante per Salerno, perchè ha tenuto aperto alla cittadinanza ed ai turisti questo splendido gioiello - ha detto l'assessore - I ragazzi dell'ostello, qualche mese fa, si sono offerti gratuitamente di gestire questo Info Point fino a fine gennaio, adesso dobbiamo esaminare progetti di associazioni, cooperative e privati per rendere vivo questo spazio. Non può essere gestito dal Comune perchè i fondi, purtroppo, scarseggiano. Allora aspettiamo idee e progettualità dalla cittadinanza per renderlo uno spazio quanto più possibile attivo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Contagi a scuola: positivo un alunno a Contursi

  • Incidenti stradali

    Incidente sull'A2, furgone si ribalta: ferito il conducente

  • Cronaca

    Ripresa in presenza all'Unisa: i dubbi della Cisl

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento