Delitto in Cornovaglia: detective e assassini al Museo Papi

Sabato 1 febbraio il Museo Papi lancerà una nuova sfida, una trama inedita che si dipanerà tra le proprie teche

Il tema

Gli aspiranti detective saranno catapultati nelle atmosfere mistiche della Cornovaglia di inizio 1800, nel cuore della famiglia Monroe appena sconvolta da un inaspettato omicidio. Dovranno, quindi, calarsi nella parte del detective tra le teche della splendida collezione di strumenti medici del Museo Roberto Papi, raccogliendo gli indizi, mettendo insieme i pezzi del puzzle, ricostruendo così l'intricata trama dei misteri che sembrano avvolgere come una fitta nebbia il Museo. Scopo del gioco è scoprire il colpevole, il movente, l'arma e il luogo del delitto in due ore di suspense.

Info utili

Il costo è di 10 euro a persona, biglietti ridotti per gruppi di 10 persone e per bambini. La serata sarà allietata da  un "dolce benvenuto" agli ospiti per addentrarsi meglio nelle variopinte atmosfere. Il più intuitivo della serata avrà in premio un classico della letteratura gialla e l'ingresso gratuito al prossimo  "Delitto" a trama differente. Prenotazione obbligatoria  scrivendo o  telefonando al 3479296504  o al 3478250565.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Salerno, mostra collettiva internazionale “Fragilità e distacco/70 Years Ruggero Maggi”

    • Gratis
    • dal 29 agosto al 28 novembre 2020
    • Spazio Ophen Virtual Art Gallery
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    SalernoToday è in caricamento