rotate-mobile
Cultura Centro / Corso Vittorio Emanuele

Tex a Salerno: Npe presenta 2 volumi dedicati al ranger più famoso

Si è tenuta venerdì presso La Feltrinelli di Salerno la presentazione di due volumi dedicati a Tex, il più importante personaggio del fumetto italiano, editi dalla Nicola Pesce Editore di Salerno

Si è tenuta venerdì presso La Feltrinelli di Salerno la presentazione di due volumi dedicati a Tex, il più importante personaggio del fumetto italiano, editi dalla Nicola Pesce Editore di Salerno. I due volumi presentati sono profondamente diversi tra loro, il primo, intitolato I predatori del deserto, è una riedizione di un Texone disegnato dal salernitano Bruno Brindisi, mentre Tex: fumi di china italiana in deserti americani è un saggio sul personaggio curato dallo storico del fumetto Raffaele De Falco.

"Tex è un personaggio nato nel '48 dalla splendida intuizione di Gian Luigi Bonelli, dalla magistrale matita di Aurelio Galeppini e dalla volontà di Tea Bonelli di pubblicarlo - esordisce De Falco - il mio lavoro analizza, oltre agli aspetti più noti del personaggio, anche realtà secondarie a cui sono arrivato grazie ai racconti di autori e disegnatori di Tex. Nel '94 Sergio Bonelli mi invitò a scrivere un libro su Tex ma il mio lavoro non mi piacque e lasciai perdere. A distanza di quasi 20 anni Nicola Pesce me lo ha richiesto e non ho potuto dire di no - continua l'autore - Credo che il segreto della sua longevità sia che ogni generazione ritrova qualcosa di diverso in Tex: i ragazzini lo vedono come l'eroe infallibile, i giovani come il ribelle che si batte contro i potenti mentre gli adulti lo vedono come il giustiziere che lotta contro la corruzione dilagante. Anche essendo un fumetto con più di 60 anni è ancora seguito a causa, credo, di una sorta di trasmissione genetica dai padri ai figli" conclude De Falco.

Per Brindisi, invece, noto ai più come disegnatore di punta di Dylan Dog, le incursioni nel mondo di Tex sono state più rare ma anche molto significative come aver disegnato il volume di inizio di Color Tex, 'ultima collana dedicata al ranger dalla Sergio Bonelli Editore e, naturalmente, del Texone I predatori del deserto, riedito dalla Npe. "Quando mi chiedono di disegnare Tex per me è un vero onore, si parla della storia del fumetto - ha detto Brindisi - Sono abituato a disegnare Dylan che è un personaggio molto problematico e che vive in una sorta di incubo, mentre Tex è l'opposto. Lui è un personaggio profondamente d'azione che parla magari poco, ma risolve anche le situazioni più disperate. Nel volume edito dalla Npe - continua il disegnatore - sono presenti anche molti schizzi di preparazione al volume. Ci sta un grande lavoro dietro. Sono molto contento che la così detta Scuola salernitana del fumetto, nata 30 anni fa dalla rivista Trumoon con cui collaboravamo noi esordienti, stia continuando con le nuove generazioni di fumettisti salernitani tra i quali ci sono molte donne, cosa quasi impensabile 30 anni fa" conclude Brindisi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tex a Salerno: Npe presenta 2 volumi dedicati al ranger più famoso

SalernoToday è in caricamento