menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della passata edizione

Un momento della passata edizione

Torna "Dimmi di sì": al via la "galleria" dell'artigianato per gli sposi

Il presidente Ferrigno: "Si tratta di una manifestazione sostanzialmente autofinanziata, il cui focus non è quello di presentare una sfilata di abiti da sposa, bensì di mettere in luce tutte le eccellenze"

Una vera e propria “galleria” dell’artigianato: dalle bomboniere al cioccolato, dai profumi alle ceramiche, passando per i liquori, le location, la acconciature e la pasticceria. Ai nastri di partenza, la quinta edizione di “Dimmi di sì – Dai produttori artigiani per gli sposi” che si terrà nei prossimi 12 e 13 dicembre. L’evento, organizzato da Claai di Salerno, sarà presentato nel corso di una conferenza stampa che si terrà giovedì 10 dicembre alle ore 11.30, presso la sede della Camera di Commercio di Salerno, in via Allende.

Ad illustrare il programma, il presidente della Claai Gianfranco Ferrigno, il presidente della Camera di Commercio di Salerno, Andrea Prete e l'onorevole Francesco Picarone, consigliere regionale. L’edizione 2015 di “Dimmi di sì” si articolerà in due giornate in cui sono previste l’esposizione della filiera della sposa e il defilè degli atelier (due di moda donna e uno di moda uomo), in programma per la giornata di domenica rispettivamente alle ore 16 ed alle ore 19.30. "Siamo arrivati alla quinta edizione di Dimmi di sì – ha detto il presidente Ferrigno – Si tratta di una manifestazione sostanzialmente autofinanziata, il cui focus non è quello di presentare una sfilata di abiti da sposa, bensì di mettere in luce tutte le eccellenze, le artigianalità, del nostro territorio, come simbolo di qualità e di economicità".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento