Giovedì, 28 Ottobre 2021
Eventi

Dinner in the sky: l'organizzazione annulla l'evento di Salerno

Tanta delusione per chi aveva prenotato una cena o un aperitivo tra le nuvole. I biglietti sono validi per futuri evengti ma se si decide di non usufruirne è possibile richiedere la restituzione dei soldi spesi

Per ritardi di carattere organizzativo e amministrativo, lo staff di Dinner in the sky Italia comunica il rinvio della tappa nella città di Salerno, in programma dal 23 al 26 settembre prossimi. La tappa è stata rinviata a data da destinarsi. "Una decisione sofferta e a lungo ponderata ma che ha il solo obiettivo di assicurare a tutto il pubblico un'esperienza il più possibile completa e appagante, così da poter godere a pieno delle bellezze offerte dall'incantevole città di Salerno", scrivono gli organizzatori nella nota stampa. 

Info utili

I biglietti già prenotati saranno validi anche per gli eventi futuri; in caso di impossibilità ad usufruirne, lo staff (previa comunicazione) provvederà al rimborso automatico e in maniera rapida. I ritardi che hanno portato al posticipo della tappa salernitana sono legati allo svolgimento, tuttora in corso, di alcuni accertamenti di natura tecnica ad opera delle autorità preposte nei confronti dell'attrazione a seguito della manifestazione svoltasi a Bellagio (Como). E' volontà di Dinner in the sky agevolare e consentire il pieno svolgimento di tali verifiche nella maniera più trasparente possibile, a ulteriore garanzia anche della propria clientela. Il protrarsi dei controlli (che necessitano di opportune tempistiche) non avrebbe reso possibile, da un punto di vista logistico, approntare la data di Salerno. "Nello scusarsi con il suo pubblico per il disagio e ringraziandolo anticipatamente per la comprensione - ancora la nota - Dinner in the sky Italia coglie l'occasione per rivolgere ancora una volta un sentito ringraziamento a tutti coloro che quest'estate hanno voluto vivere insieme a noi momenti indimenticabili in alcune delle location più suggestive d'Italia. Il bilancio della stagione appena conclusa è da ritenersi senz'altro positivo. Dinner in the sky Italia ha confermato la propria qualità e la sua unicità nel panorama italiano, organizzando nell'arco dell'estate 9 eventi in altrettante destinazioni della Penisola (tra cui diverse città campane come Napoli, Caserta, Benevento), con oltre 4mila biglietti venduti. Gli eventi targati Dinner in the sky hanno inoltre visto la partecipazione di 9 chef stellati e di alcune delle aziende più importanti a livello nazionale. Le iniziative sono state inoltre arricchite dal coinvolgimento delle amministrazioni comunali locali e di personalità riconosciute come il maestro pizzaiolo Franco Pepe, che in occasione dell'inaugurazione della tappa di Napoli è entrato nella storia preparando la prima pizza a 50 metri d'altezza. Tutti gli eventi si sono sempre svolti all'insegna della sicurezza e nel rispetto dei rigidi protocolli internazionali richiesti a Dinner in the sky, che garantisce la piena efficienza della propria attrazione attraverso autorizzazioni rilasciate da enti certificatori, collaudi e manutenzioni ordinarie e straordinarie".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dinner in the sky: l'organizzazione annulla l'evento di Salerno

SalernoToday è in caricamento