rotate-mobile
Eventi

Pagani, tornano alla SS. Corpo di Cristo le opere dissequestrate

Tre opere d'arte di alto valore storico saranno rimesse al proprio posto durante una cerimonia ufficiale alla presenza del vescovo, S.E. Mons. Gentile, della rappresentanza della Guardia di Finanza, del Comune di Pagani e della Soprintendenza BSAE di Salerno

Sabato 8 marzo presso la Chiesta SS.Corpo di Cristo di Pagani Mons.Gentile presenzia alla cerimonia ufficiale di restituzione dei beni dissequestrati. Lo scorso 22 gennaio la Guardia di Finanzia di Napoli ha restituito alla Diocesi di Nocera i dipinti conservati presso la Caserma Zanzur: si tratta delle  opere d'arte in possesso di un commerciante di antiquariato, che si sono rivelate appartenere alla chiesa del SS. Corpo di Cristo di Pagani. Successivamente al dissequestro avvenuto l'8 aprile 2013, il Tribunale di Salerno, Prima Sezione Penale, ha accolto l'istanza dell'Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Nocera disponendo “la restituzione dei beni ancora in sequestro” tra cui c'erano i tre dipinti conservati presso la Guardia di Finanza di Napoli. Di queste opere, una in particolare ha una notevole rilevanza, ovvero l'Immacolata di Giovan Battista Beinaschi, pittore piemontese trasferitosi a Napoli alla fine degli anni sessanta del Seicento: il suo stile si caratterizza per la forma barocca che coniuga le istanze luministiche di memoria naturalistica con la più moderna cultura cortonesca. Il secondo dipinto rappresenta una Madonna Addolorata con puttini, il cui stile è riconducibile alla tarda produzione di Angelo Solimena, il terzo dipinto, invece, presenta un soggetto inusuale, ovvero S. Anna, S. Gioacchino e la Vergine bambina accolti in paradiso e l'autore probabilmente è Girolamo Cenatiempo, un artista fortemente collegato al pittoricismo giordanesco. Queste tre opere d'arte saranno rimesse al proprio posto nella chiesa di Pagani sabato 8 alle ore 19 durante una cerimonia ufficiale che si terrà alla presenza del vescovo, S.E. Mons. Gentile, della rappresentanza della Guardia di Finanza, del Comune di Pagani e della Soprintendenza BSAE di Salerno. Tale restituzione rappresenta indubbiamente una fondamentale acquisizione per i beni culturali non solo di Pagani, ma dell'intera Diocesi di Nocera-Sarno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pagani, tornano alla SS. Corpo di Cristo le opere dissequestrate

SalernoToday è in caricamento