La grande lirica al Teatro Verdi: si alza il sipario con Don Chisciotte

Accompagnato dal suo scudiero, Sancio Panza, Don Chisciotte è il simbolo dell’uomo moderno che combatte contro un mondo che non lascia spazio all’immaginazione

La grande lirica ritorna al teatro Verdi: dal 6 al 9 febbraio, si alza il sipario con Don Chisciotte. Regia di Francesco Niccolini con Alessio Boni, Serra Yilmaz, Roberto Aldorasi, Marcello Prayer. Prezzi da 17 a 36 euro  In scena  da giovedi 6 febbraio a sabato 8 febbraio alle ore 21, domenica 9 febbraio alle ore 18.

La trama

Protagonista dell’opera è Don Chisciotte della Mancia, squattrinato hidalgo ma, al contempo, grande sognatore, capace di guardare oltre ciò che la realtà impone. Accompagnato dal suo scudiero, Sancio Panza, Don Chisciotte è il simbolo dell’uomo moderno che combatte contro un mondo che non lascia spazio all’immaginazione

L'incontro pubblico

I due attori protagonisti e la compagnia incontreranno il pubblico e la stampa sabato 8 febbraio alle ore 18.30 presso il foyer del teatro. L'incontro del ciclo "Giù la maschera" condotto dal giornalista Peppe Iannicelli consentirà di approfondire i temi generali dello spettacolo ed i caratteri dei personaggi.Una bella occasione per un incontro ravvicinato tra due degli artisti più interessanti ed amati della scena contemporanea.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Ospedale di Scafati, parla un paziente Covid: "Miracoli fatti in Campania? Qui mancano i caschi"

  • Lutto a Buonabitacolo: muore a 35 anni l'Appuntato Scelto Luca Ferraiuolo

  • Decreto del 4 dicembre: che cosa succederà a Natale, le indiscrezioni

Torna su
SalernoToday è in caricamento