Fantaexpo 2018, il concerto di Giorgio Vanni chiude la kermesse

Considerato l’erede di Cristina D’Avena, Vanni ha legato il suo nome ai cartoni animati degli anni Duemila

Il concerto

L’inconfondibile voce di Giorgio Vanni e le sue canzoni fanno da colonna sonora all’epilogo della VII edizione di FantaExpo. Il concerto del re delle sigle dei cartoni animati più celebri degli ultimi anni chiude la quarta giornata del festival del fumetto, dell’animazione e della fantasia. Considerato l’erede di Cristina D’Avena, Vanni ha legato il suo nome ai cartoni animati degli anni Duemila. I Pokemon, Dragon Ball, Yu-Gi-Oh!, Detective Conan e Naruto, ma anche Maledetti Scarafaggi, sono solo alcuni dei suoi brani più conosciuti, da ballare e cantare a squarciagola grazie all’iniezione di energia tipica del sound di Vanni e Max Longhi.

Nell’ultima giornata di FantaExpo si è svolta anche l’attesissima gara cosplay: la sfida per incoronare il costume più originale e che quest’anno consentirà al vincitore di partecipare alla competizione europea. A presentare l’evento è stato il doppiatore Pietro Ubaldi che, nel pomeriggio, ha partecipato assieme agli altri colleghi ospiti della rassegna, Claudio Moneta e Gianandrea Muià di Orion, all’incontro sul doppiaggio nella sala conferenze. Adrian Fartade, del canale link4universe, attore teatrale e divulgatore scientifico, invece, in questa giornata ha avuto modo di presentare il libro “A piedi nudi su Marte”. Nel corso della mattinata, si è svolto un incontro sul fumetto alla presenza di Carmine Di Giandomenico. Il noto fumettista abruzzese ha focalizzato l’attenzione sull’opera “Oudeis”, le sui tavole sono in esposizione nell’omonima mostra allestita nell’ambito di FantaExpo, a Palazzo Sant’Agostino. Di Giandomenico ha svelato interessanti retroscena legati alla saga che si avvicina all’epilogo, in uscita nei prossimi mesi. Particolarmente apprezzato anche il workshop con Asia Ladowska: l’illustratrice appassionata di manga e anime, con un numero impressionante di followers su Instagram, ha mostrato le sue tecniche di disegno e fornito utili consigli. Nell’area riservata ai fumettisti e agli illustratori anche nell’ultima giornata, erano presenti, oltre alla  disegnatrice polacca, anche Marek Madej, Yuniiho e Ludovica Liera (Sc4rys) per incontrare i tanti appassionati. Pure gli youtubers ancora ospiti della rassegna, The Pruld, Dario Moccia, RT Poop, Francesco e Marco Merrino sono stati a disposizione dei fan a caccia di selfie e autografi.

Da segnalare, infine, la presenza, in questa settima edizione di FantaExpo, degli studenti del Liceo Classico De Sanctis che, nei mesi scorsi, avevano preso parte al progetto sperimentale denominato “FantAccademia”. I ragazzi hanno partecipato in maniera attiva all’evento, anche nella sua fase organizzativa, e stanno realizzando un diario del festival che presto sarà disponibile on line.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si laurea a 20 anni con Lode in Ingegneria Informatica: targa per un salernitano

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Tromba marina devasta Salerno: alberi sradicati e tegole volanti, paura al "Galiziano"

  • Bonus tiroide: di cosa si tratta e come fare per richiederlo

  • Test sierologici gratuiti per Covid-19 e Epatite C: l'iniziativa a Salerno

  • Il maltempo mette in ginocchio la provincia: scattano evacuazioni a Sarno

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento