Tutto pronto per la "Festa del Bosco" di Perito

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

È una delle più suggestive e partecipate iniziative estive del Cilento: torna dal 6 al 13 agosto 2019 la Festa del bosco’, ospitata da 39 anni dal borgo storico di Perito. Otto giorni dedicati alle eccellenze enogastronomiche e arricchiti da musica, attività per i più piccoli. Perito è un comune della provincia di Salerno, ed è un piccolo centro dell'entroterra compreso nel territorio del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano e Alburni, appartenente alla Comunità montana Gelbison e Cervati. Situato sul crinale di una collina circa 480 metri sul livello del mare, vi si può accedere dallo svicolo della variante alla SS.18 e dalla strada Provinciale n°56. Location d’eccezione, della manifestazione dal1980 è l’antico bosco di castagni che prende vita e accoglie migliaia di avventori pronti a riscoprire i sapori della tradizione cilentana, immersi nella natura, in un atmosfera davvero incantevole. Il menù si apre con antipasto a base di formaggio e capicollo. Il primo piatto, è rappresentato dai famosi cavatielli, preparati a mano al momento, e vengono proposti in tre varianti: quella tipica “al sugo di castrato”, “alla boscaiola” e un classico “al sugo semplice”. Seguono quindi gli arrosti di vitello e salsiccia con le classiche patatine fritte e i più gettonati: la “ciaula”, la “munestra stretta” e le “muligname ‘mbuttunate”. A completare il tutto la freschezza del Fico del Cilento, dell’ottima anguria e dei prelibati dolci tipici locali. Ad accompagnare il tutto un ottimo vino rosso locale oppure si potrà scegliere tra le bottiglie delle migliori cantine cilentane o optare per una birra artigianale locale. Nel corso di questi anni, la pazienza e l’impegno della Pro-loco e dei suoi soci, hanno ricavato piccoli sentieri e spiazzi in cui sono posizionati i tavoli di legno. Questa tradizione è molto amata non solo dai turisti ma dagli stessi peritesi. La gentilezza delle ragazze in costume tradizionale, i giovani che con garbo servono ai tavoli, contribuiscono a creare un’atmosfera morbida e piacevole. Daniele Romualdi

Torna su
SalernoToday è in caricamento