"Jamo a la fera": formaggi e transumanza fino al Rifugio Cervati

Un appuntamento suggestivo e affascinante per rievocare la traversata a piedi lungo le vie della transumanza del Cilento e gli scambi commerciali

Martedì 3 e mercoledì 4 agosto 2019 ritorna “JAMO A LA FERA”, un appuntamento suggestivo e affascinante per rievocare la traversata a piedi lungo le vie della transumanza del Cilento e gli scambi commerciali che, durante i cinque giorni della Fiera della Fracalogna, animavano queste terre accompagnati dal suono delle ciaramelle e degli organetti. La partenza da Piaggine consentirà ai turisti, agli amanti della montagna e del trekking di rivivere la traversata a piedi dal Monte Cervati a Cannalonga gustando dell’ottimo cibo, di cui il territorio è ricco e rinomato, accolti dal popolo cilentano.  

Il programma

Martedì 3 settembre, alle ore 16, appuntamento a Piaggine presso la Fontana dei Caciocavalli. Incontro con i pastori e consegna delle pezze di formaggio da portare in fiera. Alle ore 19, arrivo al Rifugio Cervati in Località Chianolle del Comune di Piaggine. Cena, pernottamento e prima colazione. Mercoledì 4 settembre, partenza alle ore 6 dal dal Rifugio Cervati in direzione Cannalonga. Alle ore 12, pausa pranzo presso lo chalet Nicoletti in località Vesalo di Laurino e alle 17 arrivo a Cannalonga presso Caffè della Piazza con Aperitivo rurale. Alle ore 18.30, consegna dei formaggi e alle 19.30 apertura ufficiale della Fiera di Frecagnola. Alle ore 20, cena tradizionale presso la Barcca Cinque Lingue.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La presentazione

“Valorizzare le antiche tradizioni rurali – ha dichiarato il sindaco di Piaggine Guglielmo Vairo – è l’obiettivo che ha stimolato questa iniziativa. La parte autentica della montagna è quella che vede in perfetta simbiosi l’uomo e l’ambiente circostante. Un legame lento e piacevole fatto di emozioni profonde e preziosi incontri con i popoli che abitano da secoli queste terre. Personalmente prenderò parte alla traversata e consegnerò alla comunità di Cannalonga i formaggi frutto del lavoro dei pastori di Piaggine, paese storicamente legato alle produzioni agropastorali". “Mettere in collegamento le aree interne con quelle prossime al mare – ha aggiunto il sindaco di Cannalonga Carmine Laurito - ripercorrendo lentamente le nostre montagne è, a tutti gli effetti, la proposta turistica del nostro territorio: monti e mare, natura ed enogastronomia, sport e musica. Siamo felici che il legame con la comunità di Piaggine possa rafforzarsi grazie a questo evento che accompagnerà l’apertura ufficiale della Fiera riempiendola di contenuti veri ed autentici.”
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Covid-19, in lieve aumento i contagi nel salernitano: i dati provinciali

  • Covid-19, nuovo caso positivo a Battipaglia: l'appello della sindaca

  • Tragedia sul treno Piacenza-Salerno: tre campi di calcio intitolati a Ciro, Enzo, Peppe e Simone

Torna su
SalernoToday è in caricamento