Futani ospita Balconica: ecco il programma della kermesse

Concerti dai balconi, affacciati sui viottoli del paese: laboratori per bambini, mostre d’arte, esperienze etno-antropologiche, lezioni di botanica. Saranno organizzati complessivamente 19 spettacoli, 3 mostre, 2 installazioni, 1 laboratorio e 1 workshop

E' tutto pronto per Balconica: un paese in festival, la musica dai balconi alla piazza, in programma il 5 ottobre. Dalle ore 17, l’arte torna ad affacciarsi dai balconi di Futani. Nato come festival prettamente musicale, Balconica, quest’anno, aggiunge altre attività ai peculiari concerti dai balconi, affacciati sui viottoli del paese: laboratori per bambini, mostre d’arte, esperienze etno-antropologiche, lezioni di botanica. Saranno organizzati complessivamente 19 spettacoli, 3 mostre, 2 installazioni, 1 laboratorio e 1 workshop.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La presentazione

"Dopo il quasi inaspettato riscontro della scorsa edizione, stiamo cercando di migliorarci offrendo una vasta ed eterogenea scelta di esperienze. La stragrande maggioranza degli autori che presenzieranno a questa edizione 2019 di Balconica, calcherà i “palchi” del festival per la prima volta. Questo rinnovamento, conseguenza della scelta di non voler far stagnare la manifestazione e gli stimoli all’interno di una pericolosa comfort zone, ci ha permesso di entrare in contatto con numerosi volti nuovi, disposti e desiderosi di collaborare alla buona riuscita della rassegna e dei vari spettacoli e attività", dichiara Daniele Ruocco, presidente dell’associazione. Fra le chicche di questa nuova edizione di Balconica, la mostra del pittore spagnolo Josè Ortega, alunno di Picasso, dieci litografie che invitano al perseguimento continuo della propria libertà di pensiero ed azione, all’esaltazione della democrazia ed alla negazione della dittatura, realizzata in collaborazione con il Comune di San Giovanni a Piro grazie all’impegno del vicesindaco Pasquale Sorrentino e di Nicola Cobucci, fiduciario della famiglia Ortega. "Fin dalla prima edizione, abbiamo scelto di rendere la cultura accessibile a tutti, non solo attraverso gli spettacoli ma anche con le attività collaterali che saranno presenti durante il festival. Grazie alla disponibilità vicesindaco di San Giovanni a Piro, Pasquale Sorrentino, durante il festival sarà possibile visitare la mostra “Il decalogo della democrazia” del pittore spagnolo Josè Ortega. Esule per scelta, antifascista convinto, combattente in nome della libertà, non poteva non avere un posto speciale in questa edizione di Balconica", dice Mariagrazia Merola, ideatrice della manifestazione.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Richiamato per la mascherina abbassata, reagisce male: uomo bloccato a Salerno

  • Covid-19, sono 6 i nuovi casi positivi in Campania: 1 contagio ad Eboli

  • Pastena, palpeggiata nelle parti intime mentre torna a casa: indagini in corso

  • Covid-19: oggi solo lo 0,09% dei tamponi positivi, 2 nuovi contagi all'ospedale di Eboli

  • Rissa in pieno centro a Pontecagnano: un giovane in ospedale

  • Tragedia sul treno Piacenza-Salerno: tre campi di calcio intitolati a Ciro, Enzo, Peppe e Simone

Torna su
SalernoToday è in caricamento