Eventi

"Incontriamoci in giardino": ville e scrigni d'arte aperti al pubblico, il 2 e 3 giugno

A Salerno sarà possibile visitare il Giardino delle Minerva, Villa Avenia, il Giardino Antico di Casa Altieri. Porte aperte anche a Nocera Inferiore ed a Valva

Giardino della Minerva

Giardini storici salernitani a porte aperte, il 2 e 3 giugno. Per chi deciderà di trascorrere la Festa della Repubblica preferendo una passeggiata nel verde, nell'arte e nella storia, l'occasione propizia è la partecipazione ad "Incontriamoci in Giardino". La manifestazione, creata in concomitanza con l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale, nasce per scoprire la bellezza dei parchi e dei giardini italiani e invita il grande pubblico a visitare giardini sparsi su tutto il territorio nazionale, con aperture straordinarie ed eventi speciali. La realuizzazione è a cura dell'Associazione Parchi e Giardini d’Italia Ales S.p.A. con il sostegno del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Gli scrigni di Salerno

Il capoluogo aderirà con l'apertura al pubblico del Giardino Antico di casa Altieri, in via Tasso, nel centro storico. Sabato 2 e domenica 3 giugno, l'apertura è fissata dalle ore 10 alle 12.30 e dalle ore 17 alle 20. L'Associazione ADOREA, con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino apre al pubblico, con visite guidate, un suggestivo giardino, che costituisce uno straordinario punto di riferimento per i salernitani, un luogo magico, nello splendore medievale. Sabato alle ore 11 presentazione del libro "Il verde antico e l'ampio golfo di Salerno, celebrata meta di viaggiatori europei", a cura di Del Grosso e Bonani.
Aperto anche il Giardino della Minerva (biglietto d'ingresso 3 euro, ridotto 1,50 euro), sabato 2 e domenica 3 giugno dalle ore 9 alle 20. Visite guiidate alle ore 12. Aperta al pubblico anche Villa Avenia, in via Tasso (ore 10-12.30). Il giardino in precedenza apparteneva al Monastero di Santo Spirito, fondato nel 1235 dal Venerabile ordine di San Damiano. Le suore costruirono un acquedotto che serviva tutti gli orti della zona. Il loro acquedotto captava l'acqua dalle sorgenti dell'Acquarola - sorgente detta anche di San Leo - che si trova a monte del borgo di Canalone. Questo acquedotto, in parte sopravvissuto ancora oggi, porta l’acqua ai giardini della zona.
 

In provincia

Sabato 2 e domenica 3 giugno, dalle ore 15 alle 19, il Comune di Valva, insieme alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino, organizza visite guidata ai Giardini di Villa d'Ayala, tra i più belli d'Italia, composti da un bosco ceduo misto, lecci, magnolie ed aceri, viali, due giardini all’italiana ed il Teatrino di Verzura, arredi scultorei, fontane, piccole architetture. Al Giardino di Torricchio, Contrada Torricchio, Nocera inferiore, è in programma il percorso sensoriale: "Profumi e Colori antichi in giardino". Il giardiniere della famiglia descriverà le piante rare, coadiuvato dalla proprietaria, che descriverà a propria volta la tipologia del giardino, con lo studio dell'arte dei giardini. Si comincia sabato 2 giugno, dalle ore 10 alle 13. Domenica 3 giugno l'iniziativa sarà replicata con gli stessi orari d'ingresso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Incontriamoci in giardino": ville e scrigni d'arte aperti al pubblico, il 2 e 3 giugno

SalernoToday è in caricamento