In uscita “luce al neon”, opera seconda di Carmine Lione

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Manca sempre meno all'attesissima uscita di Luce al neon, seconda opera letteraria e prima esperienza col format del romanzo dell'autore battipagliese Carmine Lione. Dopo Tempi Moderni, raccolta di racconti edita da Albatros che ha fruttato a Lione tanti positivi riconoscimenti da parte della critica nonché una significativa partecipazione al Premio Letterario Franz Kafka 2014, l'autore, a poco più di un anno dall'esordio letterario, torna immediatamente alla ribalta con un'opera che, ancor prima dell'uscita in libreria (prevista per il prossimo 21 settembre), ha già ottenuto tanti apprezzamenti da critica e addetti ai lavori. Se, infatti, Tempi Moderni mostrava tutta la freschezza e l'inesperienza (in senso positivo) di un autore al battesimo del fuoco con la scrittura, Luce al neon si presenta come un romanzo solido, intenso e quanto mai esistenziale. E' la storia di un uomo, della sua vita trascorsa in balia del perenne retaggio dei tre grandi amori che l'hanno indissolubilmente caratterizzata. Dwight Haden, un meraviglioso americano non-medio, è un viaggiatore solitario alla perenne ricerca di qualcosa di più. Il suo viaggio dura tutta una vita tra amori, amicizie ed incontri che, per la loro unicità, finiscono irrimediabilmente col modificare le coordinate stesse del viaggio e il significato che il protagonista attribuisce al suo stare al mondo. Un'opera, Luce al neon, che trasuda arte, teatro e tantissimo cinema. Un viaggio on the road negli Stati Uniti d'America, passando da Detroit a Buffalo, dalla quasi fantasmatica West Seneca sino alla metropoli che non dorme mai. E' proprio New York il punto d'arrivo del protagonista, la dimensione giusta per giungere a delle riflessioni che riguardano sì la sua vita, ma, a ben vedere, quella dell'uomo moderno. Carmine Lione, con questo romanzo, mostra tutta la sua capacità di saper parlare di vita ed arte in senso quanto mai profondo. Ma non è tutto. Questa volta, infatti, Lione scava fino in fondo e mette al centro di questo straordinario romanzo il tema delle scelte dell'uomo, la capacità (che troppo spesso diviene incapacità) di saper trovare la strada giusta in una dimensione in cui le alternative sono fin troppe. Così l'autore a proposito del suo prossimo romanzo :"Luce al neon è una storia intensa. Si tratta della parabola esistenziale di un uomo che, giunto quasi al capolinea della sua vita, comincia a chiedersi quale vero significato abbia avuto il suo stare al mondo. Comincia a viaggiare nel suo passato e comprende immediatamente che tutto ciò ancora in grado di emozionarlo altro non è che il trittico di amori impossibili che hanno arricchito in senso profondo il suo percorso. Comincia, dunque, a vivere i suoi ultimi giorni dimenticando di tutto il resto e preoccupandosi unicamente di rivivere ciclicamente i tre grandi amori che continuano effettivamente a farlo sentire vivo e degno di esistere. Per Dwight Haden conta solo il suo passato, le sue scelte, gli incontri che, uno dopo l'altro, hanno caratterizzato la sua esistenza. Il ricordo di quei tre amori così vitali, di quegli incontri così unici è tutto ciò che gli resta. E poi c'è New York. La salvifica New York. La "Città che non dorme mai". Proprio come lo spirito insonne di Dwight."

 

Luce al neon sarà disponibile in tutte le librerie dal prossimo 21 settembre. E' possibile, inoltre, acquistare il libro anche attraverso tutti i principali portali di store online. L'opera sarà disponibile in versione cartacea ed in formato e-book.

Torna su
SalernoToday è in caricamento