Eventi

Storie di campioni, tra sogni e sudore: a Salerno nasce il museo-teatro sport

Gli spettatori, dal 13 al 29 dicembre, potranno viaggiare nei racconti, nel dietro le quinte di una prestazione sportiva e rivivere le gesta dei campioni attraverso un copione teatrale recitato da attori

"I nostri musei sono percepiti molto spesso come qualcosa di freddo, amorfo, distante. Noi li abbiamo riempiti di persone, di storie, di copioni teatrali: si ricordano di me perché ho giocato trecento partite di Serie C e anche in serie B. Non tutti, però, conoscono i sacrifici di un ragazzo di 26 anni che, goccia a goccia, è diventato campione europeo di Kung-Fu". Sergio Mari, ideatore e anima del progetto “Museo Teatro dello Sport” – Storie di campioni", presenta le storie di uno sport non minore ma migliore. Gli spettatori, dal 13 al 29 dicembre, potranno viaggiare nei racconti, nel dietro le quinte di una prestazione sportiva e rivivere le gesta dei campioni attraverso un copione teatrale.

Il monologo

In alcuni casi si tratta di un vero e proprio monologo, come la storia emozionante di Agostino Di Bartolomei, indimenticato capitano della Roma e leader della Salernitana che, guidata in panca da Ansaloni, riportò il calcio cittadino in Serie B, dopo un lungo purgatorio sportivo. E poi le storie di Galderisi, di Egidio Sironi che da giovanissimo calciatore arrivò alle selezioni di Coverciano, Antonietta Di Martino campionessa di salto in alto, Sara Simeoni, il pugile Agostino Cardamone. Alla presentazione erano presenti il presidente del Consiglio Comunale Alessandro Ferrara, Dario Loffredo, assessore al commercio, l’ideatore del progetto Sergio Mari, Gabriele Fernicola, vice presidente dell’associazione che ha proposto il progetto, Marco Di Lorenzo tesoriere, Maurizio Rossi.

Il taglio del nastro

Il progetto Museo Teatro dello Sport-Storie di Campioni sarà inaugurato venerdì 13 dicembre alle ore 12 resso Palazzo Genovese a Largo Campo, centro storico della città, alla presenza, tra gli altri, dell’onorevole Piero De Luca. L'evento durerà fino a 29 dicembre "e sono convinto - ha detto l'assessore al commercio Dario Loffredo - che sarà una delle più belle sorprese di Luci d'Artista". E' rivolto a studenti, bambini, famiglie, appassionati, sportivi che potranno così fare un tuffo nel mondo dello sport scoprendo cosa si celi dietro un campione, tra sogni, sudore, emozioni e sacrifici. Il biglietto d'ingresso è simbolico: 5 euro a famiglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Storie di campioni, tra sogni e sudore: a Salerno nasce il museo-teatro sport

SalernoToday è in caricamento