Piano solo festival: la musica internazionale a Salerno in quattro tappe

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 10/05/2019 al 24/05/2019
    Si comincia il 10 maggio alle ore 19
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Venerdì 10 maggio, il pianista catalano Rafael Salinas inaugurerà la dodicesima edizione del Piano Solo Festival nel Salone del Gonfalone di Palazzo di Città. La casa comunale da oltre un decennio apre il suo “cuore” al pianoforte, grazie alla visione e al fine sentire musicale dei pianisti Paolo Francese e Sara Cianciullo.

Il concerto inaugurale

“Suoni e parole – scrive Salinas - sono uniti dal momento in cui l'essere umano è divenuto consapevole della propria esistenza. La musica, forse la forma di linguaggio più complessa esistente, evoca un mondo irreale, pieno di stimoli e sentimenti. Un mondo che differisce da quello reale ma che per molti di noi può diventare più intenso e importante". Il concerto è composto da opere del repertorio spagnolo appartenenti a diversi periodi, sebbene con identica magia espressiva. Le sonate per tastiera aprono una finestra sul passato, con uno sguardo furtivo, osservano come gli antichi maestri hanno adottato temi popolari nella loro musica e li hanno decorati per rendere la fantasia un mondo parallelo e magico. Il pianista, infatti, spazierà da Padre Antonio Soler con una delle 120 sonate, che risentono della conoscenza delle opere di Domenico Scarlatti, ma si caratterizzano per l’uso frequente di ritmi di danze spagnole a Vicente Rodriguez Monllor, da Sebastian de Albero a Josè de Nebra, il migliore compositore tardo barocco spagnolo, sino a Mateo Albeniz. Gli altri autori che impreziosiranno la seconda parte del programma, risalgono invece, al periodo d’oro della musica spagnola, sviluppatasi a contatto con l’ambiente parigino dei decenni a cavallo tra Ottocento e Novecento.

Le altre tappe


Venerdì 17 maggio, il pianista francese Pierre-Laurent Boucharlat. Serata beethoveniana, quella del 21 maggio,che saluterà ospite Maria Letizia Michielon. La sua colta scelta si è fermata sulla sonata n° 15, op. 28, detta “Pastorale”. Gran finale il 24 maggio con il solista polacco,Michael Wladkowski, che registrerà un cambiamento di location. Un centinaio di metri per spostarsi tra i fasti barocchi e musicali della chiesa di San Giorgio, per un programma che omaggerà i due numi tutelari della musica polacca, Chopin e Szymanowski,

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • Salerno, mostra collettiva internazionale “Fragilità e distacco/70 Years Ruggero Maggi”

    • Gratis
    • dal 29 agosto al 28 novembre 2020
    • Spazio Ophen Virtual Art Gallery
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    SalernoToday è in caricamento