Weekend magico a Paestum: giorni romani, danze, archeotreno, laboratori del gusto

Giorni Romani di Paestum

Weekend ricco di appuntamenti al Parco Archeologico Paestum: sabato 26 e domenica 27 maggio tornano “I Giorni Romani di Paestum”, evento di ricostruzione e rievocazione storica ospitato nell’area archeologica. Domenica si terrà anche il Laboratorio del Gusto di Slow Food Cilento, dedicato al miele. Chi vorrà raggiungere Paestum in treno, sempre domenica, potrà farlo utilizzando anche l’Archeotreno. Si tratta di un treno storico con "Centoporte", carrozze degli anni '30, e "Corbellini", carrozze degli anni '50, trainate da una locomotiva elettrica degli anni '60 in livrea d'origine.

Il tema

“Le arti musicali” saranno il filo conduttore della due giorni. Il gruppo di danze e musici dell'antichità, i Phonomachoi, realizzerà una serie di dimostrazioni di musica e danze del passato. La suggestiva rappresentazione andrà in scena sabato e domenica all'ombra del tempio di Nettuno, a partire dalle ore 16, corredata da spiegazioni storiche e racconti. Verranno utilizzate riproduzioni storiche di strumenti antichi ricostruiti in base all'iconografia o ai reperti museali. Tornerà a suonare, ad esempio, il famoso aulos in osso conservato proprio nel Museo Archeologico di Paestum. Facendosi guidare dalle immagini dipinte sui vasi in epoche diverse, saranno proposte anche delle ricostruzioni di danze dell'antichità. Dalle 10.00 alle 17.30, nei pressi del tempio di Nettuno, sarà possibile incontrare matrone, senatori, patrizi, plebei, gladiatori e commercianti che forniranno informazioni storiche e tecniche, in italiano ed in inglese, ai visitatori.


Laboratori

Bambini e ragazzi potranno partecipare ai laboratori della ceramica usando un tornio da tavolo per realizzare delle divertenti opere in argilla; potranno inoltre realizzare l’impasto per dare forma a uno dei tanti tipi di pane in uso nell’antica Roma. Nell’area delle botteghe infatti, si potrà scoprire cosa ci fosse sulle tavole dei romani, patrizi e plebei, e gustare ricette romane ricostruite dall’archeo-cuoca Cristina Conte, specializzata in antiche pietanze. Si potranno assaggiare il famoso libum di Catone, la torta cartaginese, oppure bere un bicchierino di mulsum, il vino speziato romano. Nella taberna del medico greco si potrà ammirare la più vasta collezione al mondo di strumenti chirurgici romani ricostruiti. E poi si potrà scoprire come venivano realizzate le monete; quali erano le essenze ed i belletti che utilizzavano le ricche matrone per truccarsi; ci sarà la bottega della tessitrice dove si potranno provare dei telai ricostruiti e perfettamente funzionanti. Nel Tempio della Pace e nel Tempio di Nettuno il sacerdos ricostruirà un rito in base ad alcune fonti antiche e presso l’area del Comitivm, il nobile di Paestum Quinto Arrio Serio terrà un comizio elettorale chiedendo di essere votato come questore e per farlo offrirà uno spettacolo di musiche e danze antiche. L’evento è curato dall’Associazione Culturale SPQR di Roma insieme a Mos Maiorum e Romanitas.

Info utili

L’iniziativa è inclusa nel biglietto di ingresso al Museo e all’Area Archeologica (9 euro – ridotto 4,50 tra i 18 e i 25 anni – gratuito fino ai 18 anni) e nell’abbonamento PAESTUM MIA. Domenica 27 maggio è necessaria la prenotazione per partecipare ai laboratori del gusto, alle ore 10 e 11.30, organizzati da Slow Food Cilento al Museo di Paestum. Il tema sarà “mile e salubrità". Presenti un agronomo e un agricoltore, Nicola Spadavecchia e Angelo Agresti. Sarà possibile osservare le al lavoro in un favo didattico. Dopo l'assaggio di vari tipi di miele, verranno spiegati i possibili usi del miele in cucina e non solo. La partecipazione in questo caso è prevista per gruppi per un massimo di 20 partecipanti. Prenotazione obbligatoria entro le ore 12:00 di sabato 26 maggio. Orari: appuntamento alle ore 10 e alle ore 11:30 alla biglietteria del Museo. Costo del laboratorio 3 euro che ogni partecipante dovrà aggiungere al biglietto d’ingresso al Museo e all’area archeologica o all’abbonamento PaestumMia. Biglietto d’ingresso 9 euro. Gratuito per chi ha meno di 18 anni; ridotto per chi ha un’età compresa tra i 18 e i 25. Prenotazioni via mail ad info@slowfoodcilento.it oppure telefonando al 3394758553 o al 3455859155

Archeotreno

Si potrà arrivare a Paestum utilizzando “Archeotreno Campania” che parte da Napoli, si fermerà a Pietrarsa, San Giorgio a Cremano, Pompei e Paestum. Il costo del biglietto, andata e ritorno, è di 20 euro per l'adulto. I ragazzi da 4 a 12 anni non compiuti pagano 10 euro. Rivolgendosi al personale di bordo, sul treno sarà possibile acquistare i biglietti d’ingresso, senza alcun sovrapprezzo, ai due siti archeologici, Pompei e Paestum: adulto 15 euro, ragazzo 7,50 euro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Manifestazioni, potrebbe interessarti

I più visti

  • Salerno, mostra collettiva internazionale “Fragilità e distacco/70 Years Ruggero Maggi”

    • Gratis
    • dal 29 agosto al 28 novembre 2020
    • Spazio Ophen Virtual Art Gallery
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    SalernoToday è in caricamento