Concorso internazionale musicale di Nocera: ecco i nomi dei premiati

Tre suggestive location hanno ospitato per una settimana i musicisti in gara

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Giovedì sera 30 maggio, al teatro “Diana” di Nocera Inferiore, è calato il sipario sulla seconda edizione del Concorso internazionale musicale di Nocera “Clara Wieck International Award 2019”, che si è svolto a Nocera Inferiore dal 20 al 26 maggio con l’obiettivo di valorizzare il talento di una nuova generazione di musicisti e promuovere la ricchezza culturale del territorio. L’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Nocera Inferiore con la direzione artistica del maestro Pietro Sellitto, in collaborazione con l’associazione culturale musicale “Sant’Anna”. Si è svolta in tre location: Battistero paleocristiano di Nocera Superiore; Teatro comunale “Diana”; Convento di “Sant’Andrea”. Testimonial ideale della manifestazione è stata la figura di Clara Josephine Wieck Schumann, una delle più importanti pianiste dell’Ottocento e moglie del musicista Robert Schumann, oltre che estimatrice del musicista Johannes Brahms, allievo del marito, che resterà al suo fianco fino alla morte, avvenuta a Francoforte sul Meno il 20 maggio del 1896, all’età di 76 anni.  Il concorso si è articolato in dieci le sezioni: pianoforte, archi, fiati, chitarra, mandolino, fisarmonica, organetto, arpa, percussioni e canto. La partecipazione è stata consentita a tutti, senza limiti di età.

Premi – Questi i premi attribuiti: Premio Pianistico: Primo Premio a Bruno Francesco Leone; terzo Premio ex-aequo: Giuseppe Cerullo e Ceparano Gerardo; Premio “Enfant Prodige”: Fatima Barone (pianista); Premio “Nicolò Paganini”: Sonia D’Eliso (violinista), ex-aequo con Alessandro De Feo (violoncellista); Premio “John Cage”: Tommaso Spinelli (percussionista); Premio “Salvatore Pucci”: Chiara Maria Beatrice Cannavale (sassofonista),  ex-aequo con l’ Orchestra Giovanile “Sarno live Music”; Premio “Tosti”: Aleksandra Dyrna (soprano); Premio “The Best Voice”: Mirra Mariano ex-aequo con Denise Bisogno (entrambi canto moderno); Premio Maestro Francesco D’Alessio: Corrado Cieri (violoncellista). Antonio Palumbo è stato premiato per la sezione canto lirico, ricevendo come premio un concerto in Polonia.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento