rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Eventi

Premio dolce Natale: ecco i vincitori a Salerno

Prima della premiazione, però, si è voluta ricordare la figura di Luigi Veronelli, gastronomo, giornalista e filosofo che per primo pensò di unire i prodotti alla propria territorialità, conferendo loro “identità ed unicità”, percorso alla base delle De.Co.

Si è svolta questa mattina nella sala convegni di Villa Carrara, a Salerno, la premiazione della manifestazione “Dolce Natale”, promossa e organizzata dalla Claai di Salerno  in cui, su volontà del presidente Gianfranco Ferrigno, i giovani studenti degli Istituti Alberghieri hanno potuto cimentarsi su uno dei tipici dolci della tradizione, il Raffiuolo per poi, dopo valutazione di una giuria composta da due maestri pasticcieri e un giornalista del settore,  essere premiati sulle varie caratteristiche fondamentali del dolce.

L'anteprima


Prima della premiazione, però, si è voluta ricordare la figura di Luigi Veronelli, gastronomo, giornalista e filosofo che per primo pensò di unire i prodotti alla propria territorialità, conferendo loro “identità ed unicità”, percorso alla base delle De.Co. per le quali la Regione Campania si sta attivando con l’onorevole Andrea Volpe. E nella giornata in cui si ricorda Luigi Veronelli a Salerno a parlare della sua intuizione sulle De.Co. è intervenuto Bruno Sganga, suo collaboratore per oltre venticinque anni. “Veronelli ha iniziato a parlare di terre e tavole in epoca non sospetta, determinando una rivoluzione di fatto in un ambiente, quello italiano, che aveva gradi risorse ma non era riconosciuto. A questo punto ha avviato tramite le De.Co un percorso che non costasse, cosa fondamentale, che desse  ad ogni singolo comune la possibilità di dare un’identità su prodotti, su saperi, su ricette, che fossero espressione vera di quel territorio. Oggi tutto ciò diventa attrattore e forza nel marketing territoriale”. 

La giornata

Sono stati poi premiati gli studenti a cui il presidente Gianfranco Ferrigno ha voluto riservare parole di incoraggiamento: “Ho visto in campo una grande squadra composta da ragazzi ai quali vanno i complimenti di tutti non solo per la serietà e la professionalità con cui si sono avvicinati ai dolci della tradizione rispettandoli e valorizzandoli, ma anche perché lo hanno fatto in un contesto storico non semplice, quello pandemico, che ha creato problemi fisici e psicologici a tante persone. Un grazie va anche ai docenti che lo hanno sostenuti in maniera attiva e ai dirigenti scolastici che hanno accettato di far partecipare i propri ragazzi a questa manifestazione nonostante i limiti imposti dalla pandemia. Questi i premi conferiti: vincitore per l’aspetto esteriore l’Istituto Alberghiero “R.Virtuoso” – Preside Ornella Pellegrino; vincitore  per la farcitura l’Istituto Alberghiero “E. Ferrari” – Preside Daniela Palma; vincitore per la consistenza del Pan di Spagna l’Istituto Alberghiero “M.Pittoni” – Preside Rosanna Rosa; vincitore per il Gusto del Ripieno l’Istituto Alberghiero “Santa Caterina da Siena / Amendola “ – Preside Anna Rita Carrafiello. La Coppa del Presidente è andata all’Istituto Alberghiero “ Santa Caterina da Siena / Amendola per il “miglior Raffiuolo 2021” .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio dolce Natale: ecco i vincitori a Salerno

SalernoToday è in caricamento