menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra spadaccini, elfi, maghi e briganti: Salerno non è stata mai così “fantastica”

Dalla letteratura ai fumetti dal cosplay al make up fino ai tornei di carte e di spade, l'evento della Dreamcatcher dedicato al mondo del fantasy a 360° ha saputo portare al Parco del Seminario il target di pubblico più vario

Il Salerno in Fantasy colpisce e affonda il pubblico salernitano appassionato di fantasy. Dalla letteratura ai fumetti dal cosplay al make up fino ai tornei di carte e di spade, l’evento della Dreamcatcher dedicato al mondo del fantasy a 360° ha saputo portare al Parco del Seminario il target di pubblico più vario. Dai ragazzi ai bambini dagli adulti ai trentenni: questi i “tipi da fantasy” che animano il parco da tre giorni a questa parte. Il pubblico è stato particolarmente attratto dalla possibilità di vivere per tutta la giornata e fino a mezzanotte l’atmosfera surreale che si respira al Parco del Seminario di via Laspro. A partire dai romanzi di Harry Potter fino al successo più recente dell’ultimo film dedicato alla saga di Tolkien, Lo Hobbit, il fantasy ha spopolato letteralmente tra grandi e piccini e continua a essere uno dei soggetti più richiesti di libri e film: basti pensare che è appena uscito al cinema Shadow Hunters, La città di ossa, altra pellicola tratta da un romanzo fantasy che promette di spopolare al botteghino. Nonostante le attrazioni legate alle dimostrazioni dei falconieri siano state presenti solo nella giornata di giovedì 29 per motivi logistici e tecnici, a conti fatti la Dreamcatcher ha visto giusto proponendo una città nella città: la grandezza del Parco del Seminario ha infatti permesso di poter allestire diversi stand e di dividere le attrazioni in aree, senza far mancare quella dedicata alla gastronomia.

Il programma di sabato mattina ha visto nell’area Play la dimostrazione e l’introduzione a Dungeons & Dragons e al gioco “Il re dei nani”, l’area Kids vedeva impegnati i più piccoli nelle letture animati e in diversi giochi da tavolo, presenti come sempre i Cantori di Westeros, cosplayer di “Il trono di spade”, lezioni magiche sono state il tema dell’Harry Potter Summer Camp, mentre l’evento più seguito della mattinata si è rivelato decisamente il Torneo di Spade di Game of Throne, che vedrà nel pomeriggio una “reprise” alle 16. Tra i vari workshop sul fumetto con Sergio Algozzino e la presentazione del libro di Laura Costarella, “Peccato e decadenza”, tra la summer camp di Harry Potter e il torneo di Bang, si tornerà a giocare con Game of Throne per la Caccia al tesoro delle casate, in attesa del face-to-face con i doppiatori italiani della serie tv alle 19, vero evento clou della giornata insieme al Ballo del ceppo previsto per le 21. Il concerto dei Nanowar of Steel infine, chiuderà in bellezza la serata e la manifestazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento