menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto presentazione Salerno Porte Aperte 2016

foto presentazione Salerno Porte Aperte 2016

Salerno Porte Aperte: sabato e domenica, percorso d’arte e cultura in città

Decine di monumenti adottati dalle scuole, laboratori e concerti nel fine settimana. Il centro storico si prepara ad accogliere migliaia di visitatori

E’ stata presentata a Palazzo di Città l’edizione 2016 di Salerno Porte Aperte, la storica manifestazione diventata una delle più attese e coinvolgenti del cartellone di eventi culturali proposti dall’Amministrazione Comunale. “Sabato 21 maggio e domenica 22, ogni chiesa, parco e monumento cittadino avrà il suo presidio e la sua guida – dice Ermanno Guerra, assessore comunale alla cultura – Salerno Porte Aperte è un’iniziativa storica della città, che affonda le radici, negli anni, nella primissima edizione de “La scuola adotta un monumento”. Mia figlia che ha trent’anni ricorda ancora oggi la sua relazione sulla Chiesa di San Salvatore. Significa che Salerno Porte Aperte ha una doppia funzione: non aderisce solo al tema nazionale della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale nel mese di maggio, ma ha anche formato nel tempo tanti ragazzi. In questo percorso di valorizzazione, tutela e conoscenza, il Comune di Salerno non è solo, non lo è mai stato. Abbiamo, infatti, provato sempre a tirar dentro l’iniziativa tutte le esperienze associazionistiche che vivono sul territorio. Mi piace ricordare, a tal proposito, il contributo del compianto Peppe Natella”.

Sabato e domenica prossimi sarà possibile visitare il Museo Diocesano di San Matteo, la Chiesa dell’Annunziata, la Biblioteca Provinciale, il Complesso Monumentale di San Pietro a Corte, La Chiesa Sacra Famiglia e Santa Maria dei Barbuti, il Santuario Madonna del Carmine, il Museo Città Creativa, Portanova, il Duomo, il Parco Salid, il Convento dell’Immacolata e la Chiesa dei Frati Cappuccini, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie in via Trotula de Ruggero, la Chiesa di San Michele, la Chiesa di San Giorgio, il Museo della Ceramica “Tafuri”, il Complesso Monumentale di Santa Sofia, la Cappella di Santa Maria delle Grazie a piazza Portanova, il Museo Virtuale Scuola Medica Salernitana, la Chiesa del Crocefisso, il Museo Archeologico, il Museo Roberto Papi, la Chiesa di San Pietro in Vinculis, Palazzo Pinto-Arco Catalano, il Conservatorio Ave Gratia Plena, Chiesa di Santa Maria de Lama, Palazzo Fruscione e piazzetta antistante San Pietro a Corte, Piazza Largo Campo, Palazzo Genovese e Fontana dei Delfini, Giardino della Minerva. Sarà una “due giorni” non solo di monumenti ma anche di eventi in città. Sabato e domenica, dalle ore 9 alle 13 e dalle ore 16 alle 20 è prevista, ad esempio, l’apertura straordinaria dell’Archivio di Stato con visita all’edificio, alla cappella di San Ludovico. Al Museo Città Creativa che si trova a Rufoli di Ogliara, spazio alla mostra “Forma, materia, colore” – la famiglia Pirozzi, con inaugurazione fissata il 21 maggio alle ore 18. La mostra di acquerelli di Simon Fletcher verrà presentata presso la Pinacoteca Provinciale. A via Tasso, Giardino di Casa Lettieri, mostra privata “La materia che diventa forma nell’opera di Dino Vincenzo Patroni”. E poi spazio ai concerti di musica classica in Villa Comunale oppure ad “Arte e solidarietà”, la mostra e i laboratori di manipolazione dell’argilla (sabato e domenica, ore 10.30-12.30 e 16.30-18.30) organizzati dall’associazione di volontariato Onlus Humus presso Palazzo Fruscione. Mostre di biciclette, vinile, audiocassette e vintage domenica 22 maggio dalle ore 10 alle 22, presso il Parco dell’Irno, a cura dell’Associazione Soluzione.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento