Rassegna “Te voglio bene assaje”: su il sipario all'Arena del Mare

La commedia è dedicata a Franco Angrisano, grande attore lucano di origini e salernitano di adozione, ad oltre vent’anni dalla sua scomparsa

Riprende la rassegna Teatrale "Te voglio bene assaje" dopo lo stop imposto dalle misure per prevenire il contagio da Covid-19. E lo fa, per la prima volta, all’aperto e vicino al mare. Sarà, infatti, l’Arena del Mare di Salerno, giovedì 17 settembre alle 21 ad ospitare “Ma ando’ vai? (Se la banana non ce l’hai)”, ultimo spettacolo in cartellone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La trama

La commedia è dedicata a Franco Angrisano, grande attore lucano di origini e salernitano di adozione, ad oltre vent’anni dalla sua scomparsa. "Lo spettacolo è simpatico, leggero, pieno di atmosfere vintage, demodé", spiega Gaetano Stella richiamando i primi anni Novanta, quando Angrisano «ci frequentava un po’ come se fossimo una famiglia aggiunta". "Con Franco – ricorda - trascorrevamo le serate. Lui aveva girato “Polvere di Stelle” con Monica Vitti e Alberto Sordi. Dal fascino dei racconti di quel film, che avrò visto venti volte, sono stato sollecitato a mettere giù il testo. Ed è venuto fuori questo che ripercorre quelle atmosfere". E ricalca esattamente sedici ore, dalle due del mattino alle sei del pomeriggio del 10 giugno 1940, giorno in cui Mussolini si affaccia al balcone di piazza Venezia a Roma e annuncia l’entrata in guerra dell’Italia. «Raccontiamo la storia di una rabberciata compagnia di avanspettacolo che, quasi senza costumi, mettevano in scena spettacoli di rivista», aggiunge l’autore e regista concludendo che "il finale, dopo la colorata e divertente messinscena, con dei bellissimi versi di Trilussa, canta il dolore, la paura e la rabbia di un’Italia che non capisce il perché dei grandi eventi che si stanno preparando o, forse, lo capisce e per questo le viene da piangere". "Riprendiamo e concludiamo la rassegna», sottolineano il direttore artistico e il direttore organizzativo di TeatroNovanta, Serena Stella e Alessandro Caiazza. Il 17 settembre, "sarà anche l’occasione per ripartire subito con le nuove idee e le nuove proposte per la prossima stagione teatrale firmata da TeatroNovanta, per la quale gli abbonati hanno diritto di prelazione, con l’annuncio dei nuovi titoli". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: schizzano i contagi nel salernitano, i dati sui ricoveri

  • Covid-19: altri 6 positivi a Pontecagnano, altri 2 contagi a Cava

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento