Giovedì, 29 Luglio 2021
Eventi

"Filumena Marturano" inaugura la rassegna Te voglio bene assaje

La kermesse, presentata stamattina a Palazzo di Città, prevede 5 spettacoli al Teatro dei Barbuti di Salerno. Si comincia il 28 giugno e il sipario calerà il 18 settembre

Filumena Marturano, in programma il 28 giugno (ore 21) e in replica il giorno successivo, inaugurerà l'edizione 2021 della rassegna “Te voglio bene assaje”, organizzata da “TeatroNovanta” e patrocinata dal Comune di Salerno

I dettagli

La kermesse, presentata stamattina a Palazzo di Città, prevede 5 spettacoli al Teatro dei Barbuti di Salerno. Si comincia il 28 giugno e il sipario calerà il 18 settembre. "Finalmente abbiamo deciso di ricominciare, ne sentivamo il bisogno, l’abbiamo dovuto fare. La vostra determinazione e passione è stata fondamentale per scambiarci affetto attraverso la nostra rassegna dal titolo “Te voglio bene assaje”. Il titolo è più che mai importante, perché è stata voluta per ricominciare", ha spiegato il regista Gaetano Stella. Primo appuntamento, dunque, con Filumena Marturano. "Abbiamo deciso - prosegue Stella -  di ricominciare con Filumena Marturano che è lo spiraglio di luce dopo il buio, la possibilità di ritrovarsi dopo una vita complessa attraverso la passione, l’amore, la determinazione".

Le altre tappe


Il 20 e 21 luglio, in scena va “Ricomichiamo”, la comicità di ieri e di oggi. "La comicità del ‘900 e quella attuale saranno messe a confronto. A seguire bisognava ancora ironizzare, divertirsi ma al tempo stesso simbolicamente parlare di un nuovo inizio". L’8 agosto, invece, c’è “Massimo alzati e cammina”,  una commedia brillante, fresca, giovane e dinamica. Massimo sta vivendo per forza e necessità un momento difficile e sceglie di riprendere in mano la propria vita. Poi, la Fortuna con la F Maiuscola, un’altra interessante e divertente commedia napoletana, in programma, invece, il 28 agosto. Si chiude il 17 e 18 settembre con la commedia musicale ‘A Cenerella. "Ancora una volta una vita difficile - conclude Stella -, una vita nascosta, una vita fatta nelle difficoltà di un quotidiano complesso si ribalta, si rivaluta e diventa una vita meravigliosa". Infine il commento del direttore organizzativo, Alessandro Caiazza: “Te voglio bene assaje parla di rinascita: bisogna alzarsi e camminare, credendo che il futuro sia diverso. Sorridere ed anzi ridere ci aiuterà a rialzarci nella maniera migliore".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Filumena Marturano" inaugura la rassegna Te voglio bene assaje

SalernoToday è in caricamento