menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La tombola scostumata degli Spaccapaese al Teatro del Giullare

Amarante costruisce intorno ai numeri estratti una serie d’invenzioni e di trovate. Ed ecco che il rituale dei numeri da tirar fuori dal paniere diventa un pretesto per parlare delle più svariate cose. Racconti veri o di fantasia

Non c’è Natale senza tombola. E le tradizioni al Piccolo Teatro del Giullare (via Incagliati, 2) si rispettano. Così anche quest’anno - sabato 21 e domenica 22 dicembre - torna la “Tombola Scostumata” con Gerardo Amarante e gli Spaccapaese.

Il programma

Amarante costruisce intorno ai numeri estratti una serie d’invenzioni e di trovate.  Ed ecco che il rituale dei numeri da tirar fuori dal paniere diventa un pretesto per parlare delle più svariate cose. Racconti veri o di fantasia. Di numero in numero, tra un ambo, un terzo e una quaterna ci sarà un susseguirsi di giochi di parole, di un detto e non detto e di uno svelato a chiare lettere che condurrà il pubblico ad una singolare tombola narrativa.  In pratica, sarà una “Tombola Scostumata” all’Amarante maniera. A far da contraltare ci sarà la compagnia Spaccapaese nata nel 2004 dall’incontro tra musicisti cresciuti nel solco della tradizione di tammurriate e tammorre, all’ombra del Vesuvio, e altri che arrivano da una lunga militanza con lo storico gruppo operaio ‘e Zezi di Pomigliano d’Arco, ensemble che ha fatto, dagli anni ‘70 in poi da cerniera culturale fra il mondo musicale impegnato della città operaia e invece quello più arcaico della provincia contadina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

social

Salerno: apre "Osteria di Pescheria", "Pizzicorio" diventa anche bar

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento