Eventi

Vincenzo Salemme con i suoi "Sogni e bisogni" regala tante risate e ilarità a Giffoni

Attorniano sul palco da un cast particolarmente affiatato, come sempre lo stile di Salemme è inconfondibile nell'affrontare temi estremamente attuali rendendoli leggeri e ilari, regalando al pubblico un'ora e mezza di grosse risate. Stasera lo spettacolo sarà all'Arena dei Templi di Paestum .

Ha fatto ridere e riflettere lo spettacolo "Sogni e bisogni" che ieri sera, 9 agosto, Vincenzo Salemme ha portato all'Arena Sordi di Giffoni Valle Piana. Attorniano sul palco da un cast particolarmente affiatato, come sempre lo stile dell'attore partenopeo è risultato inconfondibile nell'affrontare temi estremamente attuali rendendoli leggeri e ilari e regalando al pubblico dell'arena un'ora e mezza di grosse risate. Salemme è stato protagonista della scena nel ruolo di Rocco Pellecchia, 50enne oberato di responsabilità, che all'improvviso inizia a sentire delle voci. Presto scoprirà che questa vocina che "apparicchia e scomparicchia", non è altro che la voce del suo pene, che inizia a interloquire con lui sul palco nelle vesti di un monello e birichino pulcinella rosso: da qui parte il sogno di Rocco, che mette in scena i suoi bisogni più profondi. I desideri di Rocco, infatti, rivelano la sua sete di libertà da quelle responsabilità che lo costringono al proprio dovere di padre e marito e di cui tutti approfittano, in special modo l'arcigna suocera che Rocco è costretto a ospitare in casa propria.

Mentre Rocco-Salemme fa su e giù dal palco coinvolgendo nei suoi sogni anche il pubblico seduto nell'Arena Sordi con interessanti risultati, la vicenda diventa sempre più chiara e la matassa si sbroglia fino a far capire al pubblico il vero motivo per cui Rocco Pellecchia, stimato lavoratore, all'improvviso è diventato pazzo. Dietro la pazzia improvvisa di Rocco, infatti, si nasconde una grande verità: la scoperta del tradimento della moglie Rita con il fratello di Rocco, Gennaro. Piuttosto che essere considerato un cornuto, Rocco Pellecchia preferisce farsi credere pazzo e inizia a dare quei numeri che gli varranno una notevole vincita al lotto: dopotutto i pazzi danno i numeri, e lui ora che lo è diventato può ritenersi finalmente libero da quelle responsabilità che, come un elastico teso, l'hanno tenuto legato a quel senso di dovere che a nulla sembrerebbe portare fuorché alla follia. Vincenzo Salemme, insieme a Nicola Acunzo, Domenico Aria, Andrea Di Maria, Antonio Guerriero e Biancamaria Lelli, ha probabilmente consegnato nelle mani del pubblico di Giffoni la chiave per essere felici in questi tempi difficili. Questa sera lo spettacolo si sposta a Paestum: Rocco Pellecchia sognerà nella suggestiva location dell'Arena dei Templi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vincenzo Salemme con i suoi "Sogni e bisogni" regala tante risate e ilarità a Giffoni

SalernoToday è in caricamento