Scuola Teggiano

Teggiano: la dirigente scolastica chiede un abbigliamento decoroso agli studenti, l'ira di Uds Vallo di Diano

L'Unione degli Studenti: "Il rispetto, aggiungono, non si costruisce con magliette lunghe, pantaloncini sopra il ginocchio, nè quanto meno con le braccia coperte"

Adottare uno stile di abbigliamento decoroso per frequentare le lezioni scolastiche: è stato l'invito di Maria D’Alessio, dirigente scolastica dell’istituto d’istruzione superiore “Pomponio Leto” di Teggiano. "Si ricorda agli studenti e alle studentesse che il decoro nell’abbigliamento e nella cura della persona fisica costituiscono aspetti significativi del nostro modo di essere e rapportarci con gli altri e che la scuola è un ambiente istituzionale che merita adeguato rispetto”, si legge sulla circolare della dirigente che ha fatto appello anche ai genitori dei ragazzi, affinchè vigilino "che propri figli si attengano a quanto sopra indicato, nella consapevolezza che, in caso di mancata osservanza, si provvederà all’applicazione delle note disciplinari previste dal Regolamento di Istituto”.

La replica

Ma a 24 ore dalla circolare, è intervenuta l'Unione Studenti del Vallo di Diano: “La scuola, luogo di formazione, sottolineano gli studenti e le studentesse valdianesi, dovrebbe essere il primo spazio in cui ci viene insegnato che non siamo ciò che indossiamo, che l’apparenza e il nostro aspetto fisico non ci definiscono necessariamente come persone a meno che non siamo noi a deciderlo. - scrivono i giovani alunni- Il rispetto, aggiungono, non si costruisce con magliette lunghe, pantaloncini sopra il ginocchio, nè quanto meno con le braccia coperte. Il rispetto,reciproco, si costruisce ascoltando le istanze delle studentesse e degli studenti e costruendo momenti di confronto e di espressione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teggiano: la dirigente scolastica chiede un abbigliamento decoroso agli studenti, l'ira di Uds Vallo di Diano
SalernoToday è in caricamento