rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Scuola Battipaglia

"Prima la salute e l'inclusione: did per tutti, positivi inclusi": la posizione della dirigente del Ferrari di Battipaglia

A seguito del problema sollevato da diversi genitori salernitani a cui la scuola ha negato la dad ai propri figli positivi, abbiamo ascoltato anche la dirigente scolastica del IIS Ferrari di Battipaglia che, attenendosi alla nota della direzione regionale delle Marche, ha optato per l'inclusività

Il susseguirsi di norme, spesso contraddittorie o poco chiare, sta mandando in tilt numerosi dirigenti scolastici. E, conseguentemente, i genitori degli alunni: lo mostra la denuncia dei genitori che hanno reso noto, alla nostra redazione, il caso del Convitto Nazionale di Salerno, dove ad una alunna positiva è stata negata la did (didattica integrata digitale ndr), "come disposto dal Ministero" secondo quanto affermato dal rettore dell'istituto.

L'altro parere

Di tutt'altro avviso, la dirigente scolastica dell'IIS Ferrari di Battipaglia, Daniela Palma, la quale, pur comprendendo i dubbi dei colleghi nel barcamenarsi nelle direttive ministeriali, ha scelto di percorrere una strada inclusiva, seguendo la ratio comune che appartiene all'intero ordinamento scolastico e che mira a garantire l'istruzione a tutti, anche a distanza, quando occorre. "Ci siamo basati su quanto indicato dalla direzione regionale delle Marche che, per non escludere gli alunni positivi, ha disposto l'estensione della did a tutti, evitando di sottoporre gli alunni contagiati a verifiche e valutazioni, nel caso in cui non fossero nelle condizioni idonee per sostenerle", ha detto la dirigente. A differenza del Convitto di Salerno e di altre scuole del territorio, dunque, l'IIS Ferrari ha deciso di accogliere le istanze dei genitori che ritengono che i propri figli possano seguire le lezioni a distanza. Una scelta umana, dunque, quella condivisa dal direttore generale dell'Ufficio Scolastico Regionale per le Marche, Marco Ugo Filisetti. Giova ricordare come, ad oggi, l'Ufficio Scolastico della nostra Regione resti, intanto, ancora in attesa della nomina di un direttore: da qui, il mancato indirizzo "unico" adottato dai dirigenti del territorio.

L'auspicio

In conclusione, l'auspicio è che in ogni scelta si dia priorità alla salute degli studenti, fisica e psicologica, in un contesto complesso come quello che la società tutta sta vivendo e considerando le ricadute negative che, a prescindere, mettono a dura prova i minori - e non solo - costretti ad un isolamento forzato, a causa del virus.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prima la salute e l'inclusione: did per tutti, positivi inclusi": la posizione della dirigente del Ferrari di Battipaglia

SalernoToday è in caricamento