Maturità 2019: l'importanza del "documento del 15 maggio"

I docenti delle scuole superiori dovrenno predisporre il cosìddetto documento del 15 maggio, un documento predisposto dal Consiglio di classe nel quale devono essere indicati i programmi e le esperienze svolte in classe nel corso dell'ultimo anno

Novità in vista dell'esame di maturità 2019: entro il 15 maggio, infatti, i docenti delle scuole superiori dovrenno predisporre il cosìddetto documento del 15 maggio, un documento predisposto dal Consiglio di classe nel quale devono essere indicati i programmi le attività e le esperienze svolte in classe nel corso dell'ultimo anno, incluse alternanza scuola lavoro e cittadinanza e costituzione. La commissione della maturità 2019 partirà da questi documenti per proporre il materiale da mettere nelle buste dell'orale.

L'esame orale

Durante l'esame orale, infatti, il colloquio inizierà dal materiale estratto dal candidato. Il lavoro del Consiglio di Classe, quindi, è particolarmente importante dato che dovrà descrivere il percorso formativo e didattico orientando, in tal modo, il lavoro della commssione senza, però, sostiturisi ad essa nell'indicazione dei materiali per l'inizio del colloquio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Olio extravergine per la mensa scolastica: agevolazioni per chi lo dona a Caggiano

  • Ambiente e scuola: borracce riutilizzabili per gli alunni, presentata l'app Junker

  • Baciami senza rete: il corso di formazione con Paolo Crepet

  • #Amalfi365: al via i primi due laboratori

  • Revisione degli Enti Locali e Manovra Finanziaria: la due giorni di formazione

  • Le migliori app per studiare

Torna su
SalernoToday è in caricamento